Cronaca Ultime Notizie

Nell’area metropolitana di Verona è necessario con urgenza un nuovo terminal intermodale

1 Settembre 2020

author:

Nell’area metropolitana di Verona è necessario con urgenza un nuovo terminal intermodale

Ampliare la capacità dei terminal per un effettivo spostamento del traffico su rotaia può avvenire solo a condizione di una sufficiente capacità dei terminal. Questa è la premessa fondamentale per lo spostamento di una parte del traffico merci su rotaia. Attualmente purtroppo questo non è adeguato né a sud né a nord del Brennero. È necessario creare fin da subito nuove strutture terminal per fare in modo che possa essere sfruttato a pieno il potenziale della nuova ferrovia del Brennero una volta che sarà completata la Galleria di base del Brennero (BBT).
La richiesta di spostare una parte del trasporto merci su rotaia è sempre pressante e proviene, sia dalle associazioni ambientaliste che dall’economia.
Nelle aree metropolitane di Verona e Monaco i terminal di carico delle merci hanno già raggiunto il limite di capacità. I terminal sono in gran parte già saturi e vi sono alcuni, pochi, slot disponibili solo in momenti che non risultano interessanti per le aziende, dato che l’arrivo a destinazione avverrebbe nel bel mezzo della notte.
Anche i treni che dovrebbero raggiungere il terminal in tempi utili dal punto di vista economico spesso si trovano di fronte a grandi problemi. I ritardi sono all’ordine del giorno e questi mettono a loro volta a soqquadro le attività del terminal di carico. La mancanza di capacità insieme ai frequenti ritardi nel carico e scarico dei treni fanno sì che la ferrovia sia meno competitiva rispetto al traffico su strada.
A Verona esistono già alcune imprese ferroviarie che lavorano su stazioni di carico di ridotte dimensioni nella zona circostante, come ad esempio Sommacampagna e Domegliara, per evitare le problematiche di capacità del grande terminal intermodale Quadrante Europa di Verona.
Nonostante nella stazione di carico Quadrante Europa si stia già costruendo un ampliamento (il cosiddetto “Quarto modulo”), la capacità aggiuntiva non sarà sufficiente per soddisfare il pronosticato aumento di traffico merci sulla tratta del Brennero dopo la conclusione della Galleria di base del Brennero. Nell’area metropolitana di Verona è necessario con urgenza un nuovo terminal intermodale, come quello previsto da anni a Isola della Scala.
Anche il piano di 10 punti di Germania e Austria sul transito al Brennero prevede che venga migliorata la capacità dei terminal di Monaco-Riem e di Ratisbona, nonché la costruzione di un nuovo terminal nella Germania meridionale.
“Per fare in modo che lo spostamento su rotaia possa avvenire perlomeno a medio termine sono necessari fin da subito investimenti nell’ampliamento e nella costruzione di terminal di carico”, è convinto il presidente della Camera di commercio Michl Ebner, “in concreto ciò significa che va portata a termine la costruzione del terminal di Isola della Scala. Quest‘ultimo, insieme al terminal Quadrante Europa, potrebbe riuscire a soddisfare la domanda.”

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *