Politica Ultime Notizie

Unterberger chiede Pass sanitario e riapertura scuole con test rapidi

24 Marzo 2021

author:

Unterberger chiede Pass sanitario e riapertura scuole con test rapidi

“Subito passaporto sanitario per salvare la stagione estiva, riapertura della scuola primaria e dell’infanzia con i test rapidi e soprattutto priorità agli anziani nella somministrazione dei vaccini.” Così la presidente del Gruppo per le Autonomie Julia Unterberger al presidente Mario Draghi, nel dibattito in Senato  in vista del vertice europeo di domani.
“La pandemia – ha detto – sta mettendo a dura prova il progetto europeo, che non è pensato come un management di crisi. Quelli che si erano riscoperti europeisti in 12 ore, tornano a fare dell’Europa il capro espiatorio di tutto. Sembra già dimenticata l’Europa che ha messo sul piatto le ingenti risorse del recovery fund.
È vero, coi vaccini doveva fare meglio. Ma se vogliamo un’Europa più efficace, dobbiamo integrare di più e cedere sovranità. Proprio il contrario di quello che vorrebbero i critici: dare niente e pretendere il massimo.
Non è colpa dell’Europa se AstraZeneca non rispetta gli impegni e ci consegna 33 dosi ogni mille abitanti e alla Gran Bretagna 210. L’Europa – ha aggiunto – è l’unica che rispetta gli accordi sulle esportazioni, quindi è giusto che oggi  pensi al blocco per quei Paesi che non fanno altrettanto.
Con le dosi arrivate ieri bisogna recuperare il gap sugli over 80. Il Suditrolo è il territorio che ha fatto meglio con il 66% di vaccinati, ma è inaccettabile che in certe regioni gli anziani vaccinati siano il 28%, perché è stata data la precedenza ad altre categorie. Queste disparità nella tutela della salute dei più fragili, è anche un pessimo spot per il federalismo.
Nella discussione italiana – ha osservato – manca invece una discussione sui test rapidi fai-da-te, che come in Sudtirolo possono aiutare le riaperture delle scuole e di altre attività.
Molto importante invece la discussione sulla green card, da rilasciare a guariti, testati e vaccinati. Deve essere un progetto uniforme in tutta Europa che permetta di passare i confini, rimettere in moto l’economia e riconsegnare le libertà tolte con la pandemia. Ritengo infondate le critiche sulle eventuali discriminazioni. La privazione della libertà è nell’impossibilità di muoversi, non nel tornare a esercitare un diritto essenziale per chi non è più un rischio per sé e per gli altri”, ha concluso la senatrice della SVP.

Foto, Julia Unterberger

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *