Politica Ultime Notizie

Bolzano. Coronavirus: attenzione massima delle istituzioni, ma vanno evitati allarmismi e isterismi

24 Febbraio 2020

author:

Bolzano. Coronavirus: attenzione massima delle istituzioni, ma vanno evitati allarmismi e isterismi

A margine della consueta conferenza stampa settimanale post Giunta comunale, il Sindaco di Bolzano Renzo Caramaschi, parlando della situazione relativa all’emergenza Coronavirus, ha ribadito la massima attenzione e l’allerta da parte delle istituzioni e degli enti interessati, ma allo stesso tempo, ha aggiunto: “Andrebbero evitati gli allarmismi e gli ingiustificati isterismi. C’è un allarme che a mio avviso fa eccedere nelle preoccupazioni e che conduce a comportamenti conseguenti come quello relativo all’accaparramento di cibo e di generi alimentari nei negozi tale, in alcuni casi, da poter tranquillamente mantenere una caserma per una settimana. Sono situazioni psicologiche all’eccesso. Il Prefetto Vito Cusumano, i vertici della Provincia, dell’ASL del Comune e delle varie istituzioni, hanno invitato alla prudenza e alla calma. Tutto quello che si poteva fare e si potrà fare, verrà fatto. Su questo non c’è alcun dubbio, ma dobbiamo stare attenti affinché non si diffonda la psicosi che può essere davvero pericolosa”.
Il Sindaco ha inoltre chiarito di voler fare propri e di voler girare a sua volta alla popolazione cittadina, suggerimenti, raccomandazioni e consigli della Protezione Civile sulle misure da adottare e sui comportamenti da tenere a fronte dell’emergenza Coronavirus per limitarne il rischio sanitario di diffusione. Non è prevista per ora un’ordinanza del Sindaco in tal senso, ma valgono l’ordinanza provinciale emessa nella giornata di ieri relativa alle chiusure sino al primo marzo delle strutture socio-educative, pubbliche e private dedicate alla prima infanzia (asili nido e microstrutture aziendali), la sospensione delle attività didattiche presso Università, Scuola superiore di sanità “Claudiana” e Conservatorio “Monteverdi”, nonché le indicazioni, i consigli e le disposizioni suggerite dal Centro Operativo provinciale della Protezione Civile.

Foto, Renzo Caramaschi.

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *