Cultura & Società Ultime Notizie

Appunamento prelibato al Teatro di S. Giacomo sabato 1° febbraio

26 Gennaio 2020

author:

Appunamento prelibato al Teatro di S. Giacomo sabato 1° febbraio

Protagonisti: la grande musica e un cast d’eccezione.  

Mara da Roit

La voce si sta spargendo e l’interesse cresce. Martina Bortolotti, soprano altoatesino applaudita in prestigiosi teatri europei e internazionali (La Scala di Milano, La Fenice di Venezia, il Residenztheater di Monaco, il Teatro Nazionale di Pechino, la Royal Opera House Muscat, la Bulgaria Hall di Sofia, il Teatro dell’Opera del Cairo e molti altri) sarà la protagonista di un raffinato, fantasioso evento musicale di sua ideazione, pensato per omaggiare gli appassionati di bella musica della sua terra.
L’appuntamento con «La Voce dell’Anima», questo l’intrigante titolo del récital, è al Nuovo Teatro di S. Giacomo di Laives sabato 1° febbraio 2020, con inizio alle ore 20.30 e ingresso libero: una formula, quest’ultima, decisa dagli organizzatori del Centro culturale San Giacomo per consentire a tutti gli interessati di godere di quella che si prospetta una magnifica serata non solamente di svago ma anche di cultura e arricchimento.
Di spessore lo è il cast artistico al completo. Accompagneranno infatti la soprano due musicisti di prim’ordine, a cominciare da un altro nome legato alla realtà locale e che pure tiene alto il vessillo dell’Alto Adige ben oltre i suoi confini: quello del professor Günther Sanin, virtuoso violinista originario di Vadena, oggi Primo Violino di spalla dell’Orchestra Fondazione Arena di Verona. Il quale arriverà preceduto parimenti dal suo corposo curriculum, nel quale spiccano fra l’altro collaborazioni con Lucio Dalla, Milva, Astor Piazzolla, Franco Battiato e, nella sfera classico-lirica, con giganti del calibro di Riccardo Muti, Domingo, Carreras, Pavarotti, Bocelli, Cecilia Gasdia, Katia Ricciarelli, nonché esibizioni in contesti a dir poco di peso, avendo egli suonato con la Philharmonie Wien, l’Orchestra Haydn di Bolzano e Trento, i Filarmonici di Verona, i Cameristi della Scala eccetera eccetera.
A sottolineare la bravura di Martina Bortolotti contribuirà inoltre il coinvolgente tocco al pianoforte del professor Armando Anselmi, il quale vanta una carriera come pianista e maestro collaboratore presso la Scala di Milano, il Teatro Verdi di Trieste, il Teatro Carlo Felice di Genova, lo Staatstheater Mainz, la Staatsoper di Amburgo, a fianco di artisti fra cui Placido Domingo, Josè Carreras, Shirley Verrett.
Fra gli Autori che verranno eseguiti e interpretati nel corso del concerto: Mozart, Brahms, Dvorák, Händel, Lehár e altri; ma il programma spazierà fino ad abbracciare celebri colonne sonore e altre preziosità, includendo – fra un’aria interpretata dal soprano e l’altra – pezzi strumentali di grande suggestione (tanto per svelare due autori di questo segmento: Ennio Morricone, Astor Piazzolla).
Tornando alle parti cantate, anche qui qualche anticipazione non può mancare. Ebbene, Martina Bortolotti inanellerà ‘perle’ da opere e operette fra cui “La principessa della Czarda”, “Le nozze di Figaro”, il “Rinaldo” di Händel, non senza altre chicche come un leggiadro Valzer cantato che, c’è da prevederlo, infiammerà il teatro.
L’intensità emotiva ci starà tutta, a cominciare da quella che verosimilmente proverà la stessa protagonista, potendosi godere l’abbraccio del suo pubblico e un frangente di respiro casalingo collocato fra la recentissima trasferta in Bulgaria – dove ha effettuato incisioni in ‘prima mondiale’ con la Sofia Philharmonic per l’etichetta Naxos – e nuovi impegni professionali ad ampio raggio, come la non lontana partenza alla volta di Malta, presso il cui Teatro dell’Opera ricoprirà a primavera il ruolo della protagonista nell’opera ‘Edith Cavell’ di Vassallo.
Ma intanto è il momento dell’oggi, o meglio del ghiotto appuntamento al Teatro di San Giacomo, che fra l’altro sarà impreziosito da una componente visiva dovuta alla disponibilità dell’artista Amadeus Werner Bortolotti.
Quel che resta da fare, per tutti i desiderosi di passare una serata ricca, varia e di qualità, è segnare in agenda l’imperdibile appuntamento.

Foto, Bortolotti/c-Stefano Odorizzi.  

 

 

 

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *