Cultura & Società Ultime Notizie

Trento. “Jazz’About” regala un evento assolutamente imperdibile

18 Dicembre 2019

author:

Trento. “Jazz’About” regala un evento assolutamente imperdibile

Un evento eccezionale: un concerto che riesce ad essere da un lato un “ritorno al passato” in grado, dall’altro, di esplorare la musica del futuro. Venerdì 20 dicembre 2019, nella cornice del Teatro SanbàPolis di Trento (inizio alle 21.30), la rassegna Jazz’About, organizzata dal Centro Servizi Culturali S. Chiara, fa un grande regalo di Natale agli appassionati di musica tout court: riporta sullo stesso palco, mescolando gli organici delle rispettive band, i grandi Tullio De Piscopo e Tony Esposito. Batterista il primo e percussionista il secondo, sono nel loro campo fra i più grandi strumentisti mai prodotti dall’Italia. Il primo riferimento va sicuramente ai primi anni ’80, ad album assolutamente storici come “Vai Mo’” di Pino Daniele e in generale al fenomeno del “blues metropolitano”, a cui entrambi diedero un contributo assolutamente fondamentale. La capacità di unire jazz, funk, blues e tradizione “popolare” – in chiave partenopea, sì, ma al tempo stesso profondamente internazionale – è uno dei momenti più alti, sofisticati e al tempo stesso coinvolgenti che abbia mai attraversato la scena musicale di casa nostra.
Sarebbe però riduttivo confinare De Piscopo ed Esposito a questo unico contesto. Si tratta infatti di strumentisti dalla carriera incredibile, che nell’arco dei decenni si sono ritrovati a suonare col meglio del jazz e del pop su scala davvero assoluta (guardando all’estero, nomi come Quincy Jones, Chet Baker, Don Cherry, Gilberto Gil; in Italia, artisti come Franco Battiato, Fabrizio De André, Francesco De Gregori, Lucio Dalla). Menti musicali aperte a trecentosessanta gradi, sono stati anche in grado di sfornare pure delle hit pop che, a distanza di decenni, brillano ancora per originalità ed atipicità (basti citare “Stop Bajon” nel caso di De Piscopo, o “Kalimba De Luna” in quello di Esposito), a dimostrazione di come il loro talento e la loro visione musicale siano senza confini, e di come la qualità (e la profondità degli studi) possa essere al servizio anche della capacità di essere accessibili, comunicativi.
La musica contemporanea – non solo quella a matrice black, attenzione – deve loro tantissimo: hanno anticipato con la loro visione un approccio sincretista, elaborato, sempre alla ricerca dell’equilibrio tra virtuosismo ed innovazione e tra complessità ritmica ed arrangiamenti sofisticati, e continuano tuttora a portare avanti un discorso estremamente rigoroso ed approfondito, privo di snobismi ma al tempo stesso sempre religiosamente attento a cercare qualità, intensità e preparazione tecnica. Nel momento in cui potevano vivere di rendita sull’onda dei loro successi pop degli anni ’80 o appunto dell’epopea del “blues metropolitano”, hanno invece scelto di tornare a concentrarsi su una strada dove la preparazione tecnica, la competenza e anche la voglia di esplorare sono la stella polare prioritaria. Vederli riuniti su uno stesso palco, alla guida di un unico ensemble, è un’occasione assolutamente unica e speciale. Due fra i più grandi artisti che la scena musicale italiana abbia mai prodotto, insieme per una notte. Col patrimonio degli incredibili successi ed esperienze del passato da un lato, ma con lo sguardo sempre proiettato verso il futuro, l’avventura, l’esplorazione senza confini dall’altro.
Biglietti disponibili su www.primiallaprima.it fino alle ore 19.00 del giorno dell’evento al costo di 15 euro. E’ prevista una tariffa ridotta a 12 euro per gli studenti universitari. Si ricorda che la sera del concerto, dalle ore 19.00 in poi, il biglietto avrà un costo (tariffa unica) di 20 euro. Per ulteriori informazioni visitare il sito www.centrosantachiara.it

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *