Cultura & Società Ultime Notizie

Via a Focus Live, inaugurato al MUSE il primo Festival della scienza in Trentino

18 Ottobre 2019

author:

Via a Focus Live, inaugurato al MUSE il primo Festival della scienza in Trentino

È partita nella mattinata di oggi la tappa trentina di Focus Live, il primo festival in Trentino dedicato interamente alla scienza, raccontata in tutte le declinazioni, dalla fisica alla natura, dalla psicologia alla tecnologia. Dal 18 al 20 ottobre, il MUSE diventa il grande palco della comunità scientifica italiana con ospiti di rilievo internazionale. Una tre giorni di intense “emozioni” scientifiche grazie alla collaborazione tra il MUSE – Museo delle Scienze e il magazine di divulgazione scientifica FOCUS “alla scoperta del tempo”, con conferenze, spettacoli e talk show, ma anche laboratori per grandi e piccoli e attrazioni spettacolari.

A dare il via alla manifestazione il saluto del direttore del MUSE Michele Lanzinger, insieme al direttore del Festival Jacopo Loredan, a margine del primo evento della manifestazione “Ultimissime dallo spazio Tempo”. In serata l’evento inaugurale aperto a tutti: ne “il Tempo delle piante” il neurobiologo vegetale Stefano Mancuso spiegherà come le piante possono aiutarci a salvare la terra e l’umanità. A preparare il terreno, la squadra di pallavolo femminile Delta Informatica Trentino, chiamata a raccontare “Il tempo nello sport” dopo un’annata costellata di successi e appassionanti sfide.

GLI APPUNTAMENTI DI DOMANI

Fitto il calendario degli appuntamenti di sabato 19 ottobre. Tra i tanti, anche l’incontro con il professore Paolo Legrenzi (alle 11.00), il padre della psicologia cognitiva in Italia, che ci spiega “Perché il tempo accelera quando siamo felici e rallenta quando siamo tristi”; alle 12.00 “Battiamolo in musica”, insieme a al professore dell’Università di Trento Marco Uvietta, per capire l’importanza del tempo nella musica e della musica per il nostro equilibrio mentale; Alle 14.00 l’astronauta Umberto Guidoni, insieme uno dei capi dell’ESA (Agenzia Spaziale Europea) Tommaso Ghidini, traccia il nostro futuro nello spazio; alle 18 il professore Roberto Battiston ci racconta cos’è il tempo facendo “scontrare” Einstein e Bergson; e alle 19 il fisico del CERN Guido Tonelli ci racconta cosa sappiamo del tempo e cosa no.
Nell’area esterna davanti al MUSE prendono vita tutte le installazioni scientifiche del festival e i corner espositivi dedicati al tempo e alle ultime novità in campo tecnologico oltre a un’originale e coinvolgente installazione interattiva, dal titolo #Actnow, che stimolerà i visitatori ad un’azione collettiva alla ricerca di un futuro migliore. Una grande festa della scienza aperta a tutti, dove adulti e bambini potranno lasciarsi stupire da installazioni ed esperimenti scientifici, partecipare a laboratori interattivi e toccare con mano le tecnologie più avanzate. Si potrà per esempio “passeggiare” su Marte con visori 3D in assenza di gravità, guardare all’opera il robot chirurgo “Da Vinci” (capace ad esempio di sbucciare con precisione un acino d’uva e poi ricucirne la buccia perfettamente) e andare dietro le quinte dell’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare.

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *