Cronaca Politica Ultime Notizie

Bolzano. Prove di buon vicinato…condominio solidale

1 Ottobre 2019

author:

Bolzano. Prove di buon vicinato…condominio solidale

Obiettivo? Promuovere e valorizzare le iniziative di solidarietà e di aiuto che nascono spontaneamente nella comunità in cui si vive
La Consulta Anziani del Comune di Bolzano ha fatto proprio e fortemente sostenuto il progetto “Prove di buon vicinato….condominio solidale (0-99)” approvato dalla Giunta comunale. La finalità, in un contesto sociale difficile come quello odierno, è quella di far emergere, promuovere e valorizzare le iniziative di solidarietà e di aiuto che nascono spontaneamente nella comunità in cui si vive. Si tratta in sostanza della moderna evoluzione del concetto di rapporto di buon vicinato per  far emergere e valorizzare le piccole iniziative spontanee di mutuo sostegno, aiuto e solidarietà che possono nascere in questo caso all’interno di un condominio o di un caseggiato nel quartiere. Il progetto è stato presentato stamane in municipio in occasione della Giornata Internazionale dell’Anziano, alla presenza del Sindaco Renzo Caramaschi, dell’Assessore alle Politiche Sociali Juri Andriollo anche in qualità di presidente della Consulta degli Anziani, dall’Assessore comunale Monica Franch e della proponente Corinna Lorenzi del Consiglio di Quartiere Europa Novacella.
Non un’iniziativa calata d’alto, ma l’opportunità di trasformare piccole azioni-interazioni quotidiane in un vero e proprio progetto di aiuto solidale. Qualche esempio? Fare la spesa, preparare il caffè, organizzare scambi linguistici, innaffiare i fiori, accudire i bambini durante il tempo in cui i genitori sono impegnati, leggere il giornale, ritirare la posta, scambiarsi ricette di famiglia, aiutarsi nella gestione di semplici pratiche burocratiche, assistere nell’utilizzo della piccola tecnologia domestica, leggere ad alta voce, aiutare nella piccola manutenzione, organizzare insieme una festa condominiale o di caseggiato. L’iniziativa, per chi vorrà partecipare in forma strutturata, prenderà avvio a gennaio con premiazione dei “vincitori” il prossimo 1 ottobre 2020.  I centri civici di tutti i quartieri della città, la Consulta Anziani e  le associazioni di volontariato del settore, si sono resi disponibili a dare una mano a chi ne avesse bisogno. Sarà sufficiente compilare una scheda d’iscrizione e poi dar sfogo alla creatività e alla fantasia per trasformare delle buone azioni estemporanee in piccoli progetti di aiuto solidale. In collaborazione con le scuole e alcune associazioni cittadine anche una mostra itinerante sulle iniziative che saranno promosse anche allo scopo di valorizzare le esperienze migliori. L’auspicio è quello di veder proliferare iniziative spontanee di solidarietà in tutta la città.

Foto. In piedi, alla sin. del Sindaco Caramaschi, l’assessore alla Politiche Sociali Juri Andriollo

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *