Cultura & Società Ultime Notizie

Voglia di cambiamento

27 Settembre 2019

author:

Voglia di cambiamento

La Lunga Notte della Ricerca sul tema Change & Challenge (cambiamento e sfida) attira a Bolzano più di 10.000 persone.  

Sette ore di esperimenti, ricerche al microscopio e scambio di pareri con i ricercatori! Con grande entusiasmo, venerdì sera oltre 10.000 bambini e adulti hanno affrontato la loro “sfida”. Fino a mezzanotte la città di Bolzano era in fermento. Da soli, con gli amici o con la famiglia, i visitatori hanno scoperto le 13 tappe della ricerca disseminate in tutta la città. In un gioco sulla migrazione hanno cambiato identità, attrezzati di videocamera a infrarossi hanno cercato la via di fuga da una stanza piena di fumo, hanno partecipato a una spedizione estrema affrontando neve e gelo e hanno giocato con Babbo Natale per immaginarsi un mondo migliore.

In 117 stazioni interattive i visitatori non solo hanno osservato i cambiamenti che si stanno manifestando, ma anche le soluzioni e le strategie di adattamento che i ricercatori di Bolzano elaborano nel loro lavoro quotidiano. I ricercatori e le ricercatrici hanno spiegato come, attraverso i dati di migliaia di individui, possono calcolare il rischio di diabete di ogni singola persona. Con un dado grande come una casa unifamiliare hanno reso visibile agli occhi dei visitatori il consumo annuo di CO2 di una persona che abita in Alto Adige. Attraverso un filo, hanno raccontato ai visitatori come le reazioni a catena scatenate dai cambiamenti climatici non si esauriscano con lo scioglimento dei ghiacciai e con i rischi per il turismo invernale.
Le grandi sfide con cui gli specialisti si confrontano ogni giorno spaziano dai flussi migratori alle società che invecchiano, dalla globalizzazione alla rivoluzione industriale. Giocando, mettendoci le mani e a volte anche scherzando, i ricercatori hanno spiegato ad adulti e bambini lo stato attuale della ricerca. In ogni sfida che questi tempi veloci ci pongono, si nasconde anche la possibilità di migliorare, i ricercatori ne sono convinti. È questo il motore che li spinge ad andare avanti e a porsi sempre nuove domande di ricerca. E questo è anche il motto della sesta Lunga Notte della Ricerca: challenge, cioè sfida. Basta togliere tre lettere – lle – e challenge si trasforma in change (cambiamento). La voglia di cambiamento è sempre forte tra le persone curiose e pubblico e ricercatori si sono contagiati a vicenda!
Il grande evento notturno è stato organizzato da Eurac Research e unibz.

All’edizione 2019 della Lunga notte della ricerca hanno partecipato: Comune di Bolzano – concedendo anche il proprio patrocinio –, Agenzia per la Protezione Civile, Alperia, residenza per anziani di via Vintler, Claudiana, ECO-Research, Agenzia CasaClima, LVH.APA, Microgate, Museo scienze naturali Alto Adige, NOI Techpark, H2 Alto Adige, Centro di sperimentazione Laimburg, Fraunhofer Italia, Museo Archeologico dell’Alto Adige e Ospedale di Bolzano.
Commissione Europea, Giunta provinciale e Fondazione Cassa di Risparmio di Bolzano hanno offerto sostegno economico all’iniziativa.

Foto/© Ivo Corrà.  

 

 

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *