Cultura & Società Ultime Notizie

LA leggendaria “bump band” di bobby previte conclude la 23˚ edizione di meranojazz

11 Luglio 2019

Autore:

LA leggendaria “bump band” di bobby previte conclude la 23˚ edizione di meranojazz

Domani appuntamento conclusivo per MeranoJazz, il Festival che da 23 anni rappresenta uno degli appuntamenti più prestigiosi della programmazione musicale promossa dal Comune di Merano in collaborazione con l’associazione Muspilli. 

Alle 21.00 gli spazi del KiMM (via Parrocchia 2) ospiteranno il concerto della Bobby Previte’s Classic Bump Band nell’ambito del suo Twenty Year Reunion Tour. Batterista, compositore Bobby Previte è uno degli artisti più eclettici e duttili del panorama internazionale. Dopo una laurea in economia all’Università di Buffalo (NY) dove contemporaneamente studiava percussioni, si trasferì nel 1979 a New York dove iniziò a frequentare musicisti del calibro di John Zorn, Wayne Horvitz e Elliott Sharp.
Nella sua attività più che trentennale, Previte ha percorso la musica con sguardo attento a un ampio spettro di orientamenti e stimoli, mettendo in evidenza un approccio in cui la batteria amplia e arricchisce la propria funzione. Uno strumento che entra a pieno titolo nella sfera dell’arrangiamento, si pone in relazione con i brani musicali, propone direzioni e sviluppi. La sua matrice che guarda a Max Roach, messa in luce fin dal 1985 nella registrazione “The Sonny Clark Memorial” di John Zorn con Wayne Horvitz al pianoforte, rappresenta un punto di partenza evidente. Indiscutibile inoltre è il suo talento nel comporre brani che integrano al meglio e valorizzano gli strumenti più disparati – come le percussioni, la chitarra elettrica, le tastiere, il trombone, l’arpa, l’accordeon, il banjo, la tuba e l’armonica in un’unica partitura musicale.
Previte ha guidato molti ensemble di orientamento diverso, facendosi stimolare anche dall’arte figurativa, come nel lavoro del 2001 dedicato a Joan Miró, e interagendo con tanti protagonisti della scena contemporanea. Ma senza dubbio uno dei suoi gruppi più significativi, un esempio di interazione tra parti composte e aperte all’improvvisazione, è stato quello con la band denominata “Bump”, dove riuniva personalità di spicco come Horvitz, Ray Anderson, Marty Ehrlich e Steve Swallow. La ripresa di quell’esperienza, dopo vent’anni, promette di dare frutti nuovi e inattesi su una traccia che già in origine era fertilissima e ricca di stimoli. Per la data di Merano, Steve Swallow sarà sostituito da Jerome Harris, storico collaboratore di Previte al basso elettrico. Nel 2012 Bobby Previte è stato uno degli Resident Artist dell’Accademia.
I biglietti per il concerto sono in vendita presso la sede della Cassa di Risparmio (via Cassa di Risparmio) di Merano e presso la Cassa del Teatro Comunale di Bolzano (Piazza Verdi 40). Nei giorni di concerto a partire dalle 19.00 presso il KiMM in via Parrocchia 2 a Merano e on line sui siti www.meranojazz.it
e www.tickets.fondazioneteatro.bolzano.it.

Foto, Previte.  

 

 

 

 

Commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *