Salute Ultime Notizie

Bolzano. Arrivano le “Video-procedure di Sicurezza” per fermare gli infortuni sul lavoro

6 Giugno 2019

Autore:

Bolzano. Arrivano le “Video-procedure di Sicurezza” per fermare gli infortuni sul lavoro

Ciak, si gira. È tutto pronto per le riprese del primo video tutorial sulla sicurezza nell’ambito del progetto “Video-procedure di Sicurezza”, frutto della collaborazione tra CNA-SHV e Inail Direzione provinciale di Bolzano.

Alla fine del progetto, entro l’anno, CNA-SHV e INAIL metteranno a disposizione delle micro, piccole e medie imprese, su un canale online e quindi fruibili gratuitamente, 18 video-procedure di 3-5 minuti ciascuna con le pratiche corrette di lavoro, relative ad altrettante attività ritenute ad alto rischio di incidente secondo le statistiche dell’Istituto.

Filmiamo la sicurezza, fermiamo gli infortuni. L’obiettivo – spiega Claudio Corrarati, presidente della CNA-SHV – è migliorare le pratiche di applicazione di corrette procedure lavorative nelle PMI altoatesine attraverso un sistema innovativo, ovvero filmati brevi, in alta definizione, disponibili in italiano e tedesco, con contenuti di facile comprensione anche grazie alla computergrafica, che consentano alle imprese di informare i loro collaboratori nel modo più semplice ed efficace possibile, senza sottrarre tempo prezioso all’attività aziendale ma raggiungendo un risultato formativo eccellente. Un’iniziativa innovativa che porta tecnologia e digitalizzazione in un campo, quello della sicurezza sul lavoro, da sempre legato a tradizionali sistemi cartacei e d’aula. Ogni soluzione adottata per formare e informare deve in ogni caso tener conto dei tempi per eseguire le opere in sicurezza: un messaggio chiaro, il nostro, una raccomandazione che facciamo a tutti i committenti”.

La prima fase del progetto – spiega Marco Nobile, responsabile della sicurezza di CNA-SHVconsiste nel censimento delle pratiche in uso, relativamente a specifiche attrezzature di lavoro o situazioni lavorative, presso le PMI di diversi settori di attività. Per le attività già censite, può partire ora la fase della produzione dei video, che dovranno essere diffusi al maggior numero possibile di utenti per divulgare le corrette pratiche di lavoro in relazione a specifici macchinari o a situazioni lavorative. I video realizzati, prima di essere diffusi su un canale web, verranno testati nelle aziende per verificarne l’efficacia”.

Questi, in sintesi, i titoli delle 18 video-procedure: martello demolitore, flex, trapano, scala portatile a libro, postura e movimenti ripetuti nella posa di sottofondi, sega circolare a banco, sega a nastro verticale, rischio rumore nelle attività manifatturiere, transpallet manuale ed elettrico, saldatura ossiacetilenica, rischio chimico nel settore acconciatura, movimenti ripetuti e postura nel settore acconciatura, utilizzo del tetracloruroetilene, movimento ripetuti e continuativi nelle lavanderie/stirerie, rischio chimico nelle carrozzerie, movimentazione manuale dei carichi dei gommisti, rischio chimico nelle pulizie, postura nell’autotrasporto.

Possono sembrare attrezzi e attività di routine, il cui utilizzo in sicurezza dovrebbe essere patrimonio di tutti i lavoratori e di tutte le aziende – osservano Claudio Corrarati e Marco Nobile – ma non è così, perché le statistiche dicono che molti infortuni sul lavoro, nella nostra provincia, avvengono proprio durante l’utilizzo di macchinari o nello svolgimento di attività che rientrano nella quotidianità lavorativa. Siamo certi, con questo progetto, di poter dare un importante contributo alla sicurezza sul lavoro in Alto Adige”.

In foto, Claudio Corrarati  e Marco Nobile. 

 

 

Commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com