Cultura & Società Ultime Notizie

Al MUSE di Trento Jan Korbel, il giovane vincitore del premio internazionale Pezcoller-EACR

13 Novembre 2018

author:

Al MUSE di Trento Jan Korbel, il giovane vincitore del premio internazionale Pezcoller-EACR

Si chiama Jan Korbel ed è il giovane vincitore del premio internazionale Pezcoller-EACR, attribuito a giovani ricercatori europei che abbiano raggiunto risultati di eccellenza nella ricerca sul cancro. Ingegnere specializzato in biotecnologie mediche – selezionato per i suoi studi sulle modificazioni del genoma umano e sui relativi effetti – group leader e senior scientist all’ European Molecular Biology Laboratory (EMBL) di Heidelberg in Germania, è uno dei massimi esperti mondiali sul tema della Convergence Science, considerata una vera e propria rivoluzione in campo biomedico. Proprio su questo argomento, Jan Korbel terrà al MUSE una conferenza dal titolo “Convergence Science, una nuova era in biologia e medicina”.
A una breve presentazione degli aspetti scientifici di questa nuova scienza, seguirà una parte di discussione più ampia per rispondere alle domande più urgenti e rilevanti, cui la Convergence Science tenta di offrire soluzioni più precise. Cosa sta cambiando realmente nel panorama delle conoscenze, diagnosi e terapie nei confronti di malattie come il cancro, grazie alla Convergence Science? Saremo in grado di diagnosticare ancor più precocemente alcuni tipi di tumori con metodi meno invasivi? Inoltre, quanto sarà possibile conoscere con maggior certezza o escludere il rischio di ammalarsi durante la propria esistenza? E, più in generale, potremo confidare nei risultati della Convergence Science per prevenire e curare meglio le malattie e ritardare i processi di invecchiamento?
L’incontro organizzato nell’ambito della mostra GENOMA UMANO è rivolto a tutti e sarà moderato dalla giornalista scientifica Simona Regina, ingresso gratuito, è prenotazione consigliata allo 0461.270311.
Convergence Science è la terza rivoluzione scientifica in campo biomedico degli ultimi 50-60 anni, dopo la Biologia Molecolare e la Genomica, e nasce dalla necessità di integrazione delle singole discipline scientifiche, come ingegneria, fisica, informatica, chimica, matematica e scienze della vita, che si fondono, “convergono” in una nuova scienza unitaria.
Un tipico esempio di Convergence Science è rappresentato dal ciclopico sforzo di sequenziamento ed interpretazione del genoma umano, in cui i chimici hanno identificato le varie componenti e sequenze del DNA, gli scienziati informatici hanno riunito circa tre miliardi di dati singoli a formare un genoma completo e leggibile, ed i biologi hanno mappato le funzioni dei singoli geni ed il loro impatto sulla salute.
Altri campi in cui i ricercatori di Convergence Science stanno già collaborando attivamente, sono gli studi per costruire e far crescere organi sostitutivi in laboratorio e gli studi per sviluppare e testare i vaccini contro il cancro.
Jan O. Korbel (nato nel 1975) è un Ingegnere specializzato in Biotecnologie Mediche, che lavora nel campo della Biologia Computazionale, all’interfaccia con la genetica umana.
È Group Leader e Senior Scientist alla Genome Biology Unit dell’European Molecular Biology Laboratory (EMBL) di Heidelberg (Germania) e, nonostante la sua giovane età, è una figura leader nella Genomica del cancro ed uno dei più brillanti ed autorevoli esponenti della Convergence Science.
Jan Korbel è il vero scienziato interdisciplinare, molto noto per i suoi studi sulle variazioni strutturali (SV) del genoma umano e sulle loro conseguenze, che portano a massivi e catastrofici ri-arrangiamenti cromosomici, caratteristici del cancro.
Sfruttando il cloud e la rete di computer ad elevata potenza, mira a creare un data set genomico standardizzato a livello globale, per scoprire similitudini e differenze nei meccanismi molecolari in una grande quantità di tumori. I primi risultati di questo sforzo gigantesco, hanno già permesso di mettere a disposizione della comunità scientifica più di 2600 genomi tumorali interamente sequenziati, di più di 30 diversi tipi di cancro.
Impressionante è il numero e la qualità delle sue pubblicazioni scientifiche: solo dal 2007, 16 articoli su Nature, 2 su Science, 2 su Cell, oltre a molti altri sulle più importanti riviste scientifiche internazionali.

In foto: Jan Korbel.  

 

 

 

 

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *