Cultura & Società Ultime Notizie

Bolzano. Presentato il Fondo documentario Franz Thaler

29 Maggio 2018

author:

Bolzano. Presentato il Fondo documentario Franz Thaler

Il materiale donato dalla famiglia a disposizione presso l’Archivio Storico cittadino.

Alla presenza delle figlie di Franz Thaler, Brigitte e Leni, stamane all’Archivio Storico sotto i Portici è stato presentato il Fondo documentario che la famiglia Thaler ha donato all’ Città di Bolzano nel giugno 2016. Come hanno sottolineato gli Assessori comunali Sandro Repetto e Luis Walcher,  Franz Thaler (Sarentino BZ 1925-2015) è  figura di riferimento per la storia del ‘900 della nostra provincia. Arrestato per diserzione nel 1944 e deportato nei campi di concentramento nazisti di Dachau e di Hersbruck. fu liberato nel 1945, riuscendo a tornare a casa per vivere poi i suoi lunghi anni, senza mai dimenticare il passato.
Il “Fondo Franz Thaler” si compone di carte, video e audiocassette che danno una limpida testimonianza della sua discreta, ma costante presenza nella realtà locale, nazionale e internazionale. Ha ricevuto e risposto a migliaia di lettere di ex deportati, familiari, associazioni e studenti che hanno visto in lui un grande quanto umile portatore di pace. Un vero punto di riferimento per i giovani e una lezione di integrità umana davanti alla barbarie nazista.
Franz Thaler ha raccolto e archiviato per tutta la sua vita materiali sulla deportazione nei Lager, ha scritto un libro dal titolo “Dimenticare mai” diventato ben presto un grande successo editoriale in italiano, tedesco e inglese. La sua videointervista fa parte del progetto “Testimonianze dai Lager dell’Archivio Storico”. Ha più volte portato, sempre volentieri, nelle scuole locali e alla cittadinanza, la sua testimonianza, anche nell’ambito del progetto didattico “Conoscere e comunicare i Lager”.
Franz Thaler è stato insignito nel 2010 del titolo di Cittadino Onorario di Bolzano “Quale -si legge nella motivazione ufficiale del riconoscimento – attestato di ammirazione e grata riconoscenza della comunità cittadina, per l’azione svolta a favore della pace, da cui la Città di Bolzano ha tratto e trarrà significativo esempio”. E’ stato “Personalità dell’Anno” nel 2012, dal 2017 è una delle Personalità ricordate sulla Collina dei Saggi di Bolzano.
Franz Thaler che viveva a San Martino di Sarentino, nel 1944 diciottenne ricevette la cartolina di precetto della Wehrmacht, ma decise di fuggire. Dopo alcuni mesi venne a sapere che i nazisti erano andati a casa sua e avevano minacciato la famiglia dicendo che se non si fosse consegnato, avrebbero deportato i suoi fratelli in un campo di concentramento. Thaler si lasciò catturare e venne portato nel campo di concentramento di Dachau. Considerato un disertore vi rimase quasi un anno. Tornò nella sua casa  nell’agosto del 1945. Pesava 30 chili.
Sia Sandro Repetto che Luis Walcher, hanno espresso parole di gratitudine e ammirazione nei confronti di Franz Thaler; per il suo impegno, per la sua coerenza, per l’ onestà intellettuale, per lo spessore umano e morale che ne hanno sempre contraddistinto l’azione.
Il Fondo Thaler, la cui catalogazione è stata curata da Patrick Gamberoni, si compone della biblioteca personale di Franz Thaler che conta 190 pubblicazioni sul tema dei Lager nazisti nonché in 10 scatole contenenti documenti e oggetti personali, lettere, video, cd, audiocassette, fotografie, corrispondenza e articoli di giornale che ben testimoniano la sua attività incessante per far conoscere ai giovani la sua esperienza. Il Fondo è a disposizione di studiosi, studenti e lettori interessati al tema, secondo le modalità in uso presso l’Archivio storico.

In foto: Franz Thaler. 

 

 

 

  

 

 

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *