Economia Ultime Notizie

Bolzano. A22, una strada che parli all’automobile per un futuro sicuro e smart-green di Pinuccia Di Gesaro

6 Novembre 2017

Bolzano. A22, una strada che parli all’automobile per un futuro sicuro e smart-green di Pinuccia Di Gesaro

Il consueto appuntamento, tenutosi anche quest’anno a Nogarole Rocca è ormai riferimento per il territorio e per gli operatori del settore. Presenti il sindaco di Nogarole Rocca Paolo Tovo, il presidente della Provincia di Verona Antonio Pastorello, il vice-presidente di Autostrada del Brennero Spa Fausto Sacchetto, il sindaco di Verona Federico Sboarina e l’on. Gian Pietro Dal Moro della Camera dei Deputati, il direttore tecnico generale Carlo Costa si è soffermato in particolare sui dati degli incidenti in strada come il riferimento sul quale lavorare come gestori responsabili di un’infrastruttura. Tra le possibili azioni a tutela della sicurezza quella di lavorare per una “strada che parli all’automobile“. L’Autobrennero, infatti, dal 2001 sta lavorando attraverso numerosi progetti europei alla ricerca e verifica di innovativi sistemi di guida assistita/autonoma, in grado nel prossimo futuro di ottimizzare i flussi di traffico, rendendo così più sicura la mobilità e più competitiva l’infrastruttura, sia sul fronte della capacità di mezzi, sia per quanto riguarda la fornitura di dati sul traffico in tempo zero e direttamente ai veicoli. Il Direttore Tecnico Generale ha poi ribadito l’impegno della Società di via Berlino sul fronte della mobilità sostenibile. La barriera fotovoltaica di Isera, il centro di produzione di idrogeno a Bolzano, le continue nuove installazioni di colonnine elettriche su tutto l’asse sono solo alcuni esempi concreti delle azioni messe in campo. L’ing. Costa ha concluso ricordando come innovazione e mobilità sostenibile siano ambiti in cui vengono richiesti investimenti a lungo periodo e un approccio talvolta visionario che Autobrennero è sempre disposta ad assumere.
l Sindaco di Verona Federico Sboarina, nel ricordare come spesso la percezione negativa dell’incidenza sull’inquinamento di un’autostrada sia ipocrita, ha invece ribadito la funzione strategica di A22 per i territori che attraversa e ha ringraziato i vertici di Autostrada del Brennero per la volontà di investire sempre più nella direzione di una mobilità sostenibile e sicura.
Il Presidente della Provincia di Verona Antonio Pastorello si è fatto carico di aggiornare il pubblico sullo stato dell’arte di alcuni lavori intrapresi con A22. Ribadendo la volontà da parte della Provincia di continuare a partecipare nella Società, ha dichiarato di credere fortemente nella qualità della Società e di star facendo tutto quanto in potere degli amministratori locali per sbloccare la concessione. Tale manovra favorirebbe infatti la realizzazione di determinati progetti tra cui lo sviluppo della tratta tra Nogarole Rocca e Isola della Scala e la possibilità di continuare il lavoro fatto assieme finora.
Il Sindaco di Nogarole Rocca Paolo Tovo, nel moderare il dibattito e prima di passare la parola all’onorevole Del Moro per le conclusioni, ha voluto condividere una riflessione sui tempi gestionali dei progetti della pubblica amministrazione. L’attenzione infatti che tutti gli operatori della cosa pubblica devono avere sta infatti nel trovare il giusto compromesso tra i tempi decisionali necessari e il rischio di mancate realizzazioni per eccessive lungaggini. La collaborazione con Autostrada del Brennero, ha ricordato, rappresenta un caso virtuoso di collaborazione constante e proficua.
A tirare le fila della mattinata di dibattito è stato infine l’on. Del Moro. Riprendendo le parole del sindaco Tovo ha ribadito anche lui come i tempi burocratici siano inevitabilmente lunghi e come questo deve imporre uno sforzo per chi amministra a progettare a lungo termine, per realizzare progetti che non dovranno essere già vecchi una volta inaugurati. Come esempio virtuoso ha portato A22, una Società che non pensa solo ai suoi 314 km ma ha una prospettiva complessiva e a lungo termine. L’invito fatto alla Società è quindi quello di lavorare con la stessa velocità e capacità di visione che la rende competitiva e che permette anche ai territori coinvolti di rimanere altrettanto competitivi.

Foto, in piedi l’ingegner Carlo Costa, direttore tecnico di Autobrennero

Giornalista, scrittrice, editore.
Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *