sindacale Ultime Notizie

Bolzano. La Sad, la società del trasporto extraurbano, diserta l’incontro con i sindacati.

28 Aprile 2017

author:

Bolzano. La Sad, la società del trasporto extraurbano, diserta l’incontro con i sindacati.

“Indisponibile a discutere la proposta dei sindacati sui nuovi turni di lavoro”

Si doveva discutere di turni di lavoro, ma al tavolo tecnico convocato per oggi – venerdì 28 aprile – la società non si è presentata.

Le categorie dei trasporti di Cgil-Agb, SgbCisl, Uil-Sgk, Asgb, Orsa Ferrovie e Usb definiscono un’assoluta mancanza di rispetto il fatto che l’azienda Sad non fosse presente oggi (venerdì 28 aprile) al terzo incontro all’assessorato provinciale alla mobilità per migliorare i turni del personale dell’azienda di trasporti. Al tavolo tecnico erano presenti Sieghart Flader dell’ispettorato del lavoro e l’ingegnere Valentino Pagani direttore del dipartimento provinciale viabilità e mobilità, oltre alle rappresentanze sindacali.

Per i sindacati si tratta di un comportamento estremamente deludente, visto che avrebbe dovuto essere discussa e approfondita la proposta unitaria per migliorare i turni all’interno di Sad, questione che da tempo crea disagi ai lavoratori e mette in pericolo la sicurezza degli utenti, in considerazione delle troppe ore di guida del personale viaggiante. I sindacati ricordano che solo ieri sera Sad aveva comunicato di non partecipare alla riunione in quanto non disposta a discutere la proposta unitaria.

Davanti a questo atteggiamento di Sad, i sindacati stanno valutando nuove azioni di sciopero e protesta. Si ricorda che il 15 marzo era avvenuta la prima riunione del tavolo tecnico in Provincia, stabilendo degli incontri periodici per migliorare i turni del personale gomma. Gli incontri erano stati programmati dopo una serie di scioperi e proteste avvenuti tra agosto 2016 e marzo 2017, anche con una manifestazione unitaria davanti alla Provincia. L’assessore alla mobilità Florian Mussner si era fatto garante per migliorare le condizioni dei lavoratori e chiudere positivamente la vertenza.

 

 

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *