Italia Politica Ultime Notizie

Roma. Pd, al Lingotto dalla sinistra di Maurizio Martina alla frenata di Dario Franceschini.

12 Marzo 2017

Roma. Pd, al Lingotto dalla sinistra di Maurizio Martina alla frenata di Dario Franceschini.

 

Gli scenari in vista delle primarie del 30 aprile.

La sfida si vince a sinistra, è il segnale forte che emerge nella seconda giornata del Lingotto lanciato da Maurizio Martina che con Matteo Orfini e Dario Franceschini disegnano lo scenario sullo sfondo delle primarie del Partito Democratico. “Il cuore della nostra sfida è il lavoro, c’è bisogno di una nuova stagione di diritti del lavoro e destra e sinistra sono ancora diverse per le risposte che danno a queste sfide “ dice Martina. “Noi siamo il Pd, e non torniamo indietro, sento una responsabilità in più per la nostra generazione, quella di non percorrere più le strade della divisione a sinistra che apre praterie alla destra”, alludendo nemmeno tanto velatamente a D’Alema e Bersani.

Il convitato di pietra sono gli scissionisti e quel vario mondo di sinistra allargata che Giuliano Pisapia ha riunito in contemporanea a Roma. E la questione di fondo è quella della alleanze. Ecco dunque la domanda retorica dell’ex sindaco di Milano. “Come si fa a governare insieme ad un partito che si chiama Nuovo centrodestra e a Verdini?” Avverte il presidente dem Matteo Orfini. “Con Alfano siamo al governo perché nel 2013 non abbiamo vinto le elezioni e per andare avanti ci siamo alleati con forze a noi alternative, ma è evidente che un partito che si chiama Nuovo centrodestra difficilmente si può alleare con un partito di sinistra.” Parole piuttosto sgradite a Dario Franceschini. “Il dialogo con un’area moderata di centrodestra non solo è auspicabile, ma sono i numeri a imporcelo”, spiega il ministro dei beni culturali.

Giornalista, scrittrice, editore.
Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *