Cultura & Società Ultime Notizie

Bolzano. La Camera di commercio offre supporto per l’iscrizione al portale online degli appalti pubblici.

9 Febbraio 2017

author:

Bolzano. La Camera di commercio offre supporto per l’iscrizione al portale online degli appalti pubblici.

Per essere invitate alle gare pubbliche e poter consegnare tutti i documenti richiesti dai bandi, le imprese altoatesine devono iscriversi al portale provinciale per gli appalti pubblici www.bandi-altoadige.it. In un primo momento a molti imprenditori e imprenditrici appare una procedura troppo complicata. Tuttavia l’iscrizione conviene. Per questo motivo la Camera di commercio di Bolzano assiste le imprese nell’iscrizione al portale.   

“Per le imprese altoatesine che intendono partecipare a gare pubbliche è importante conoscere bene il sistema telematico degli appalti”, sottolinea il Presidente della Camera di commercio, Michl Ebner, e aggiunge: “Soprattutto le piccole e piccolissime imprese si sentono spesso frenate dalla procedura d’iscrizione. Per questo la Camera di commercio di Bolzano offre il proprio supporto a tutte le aziende interessate.”

In Alto Adige gli appalti pubblici vengono affidati quasi esclusivamente per via elettronica. Sul portale SICP (Sistema Informativo Contratti Pubblici), gestito dall’Agenzia per i contratti pubblici (ACP), vengono acquistati beni e affidati lavori e servizi. Questo sistema permette di effettuare affidamenti anche a piccole imprese locali: l’unica condizione è di essere iscritti al portale. Per potersi iscrivere occorrono una firma digitale e un indirizzo di posta elettronica certificata (PEC). Anche la firma digitale può essere richiesta direttamente alla Camera di commercio.

“La digitalizzazione dell’amministrazione pubblica è un processo inarrestabile. È dunque opportuno sostenere l’onere iniziale della registrazione: solo le imprese iscritte al portale degli appalti possono essere invitate alle gare e alla presentazione di offerte”, spiega il Segretario generale della Camera di commercio, Alfred Aberer.

Per ordini più rilevanti le grandi imprese possono partecipare a una Public-Private-Partnership che prevede una suddivisione del lavoro tra l’amministrazione pubblica e il partner privato. L’ente pubblico è responsabile del perseguimento degli obiettivi di utilità pubblica, mentre l’impresa privata provvede a fornire una prestazione efficiente.

Le cosiddette PPP sono particolarmente funzionali per opere infrastrutturali, ad esempio scuole o strade. Simili progetti possono essere infatti realizzati in modo più efficace utilizzando anche il know-how dei privati. Il WIFI, il servizio di formazione e sviluppo del personale della Camera di commercio, organizzerà in primavera una manifestazione sul tema PPP per fornire a imprenditori e imprenditrici informazioni su questa forma di cooperazione.

Foto/c-shutterstock    

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *