Cultura & Società Ultime Notizie

Bolzano. Presentata la rassegna Arte della Diversità

1 Dicembre 2016

author:

Bolzano. Presentata la rassegna Arte della Diversità

Sette spettacoli di teatro contemporaneo al Comunale di Gries che raccontano “l’alterità”.

E’ stata presentata stamane in municipio a Bolzano alla presenza degli assessori comunali Sandro Repetto e Luis Walcher la stagione 2016-2017 dell’Arte della Diversità. Questa rassegna è stata, nei suoi sette anni di vit, e lo è tuttora, un’incubatrice culturale, nel senso che offre l’occasione a giovani artisti e giovani compagnie, di sicuro talento e qualità, di avere uno spazio, un luogo, la possibilità di presentare il proprio lavoro e mostrare la propria arte misurandosi con un pubblico. E’ uno spazio necessario per far crescere l’arte del teatro, per scoprire nuovi talenti, nuovi modelli, nuove drammaturgie e dare spazio alla contemporaneità. Gli amministratori comunali ne hanno sottolineato l’alto valore sociale, culturale e artistico”

Cosi il direttore della rassegna Antonio Viganò. “Il titolo di questa 7a edizione è CORPI ERETICI. A Loro, a questi corpi, abitati in tante forme e in tanti modi e mondi possibili, è dedicato questo progetto. Perché il teatro è il corpo dell’attore e il corpo dello spettatore .
Corpi nascosti, trasfigurati, negati, scandalosi. L’eretico è una persona, nel nostro caso un attore, che sceglie, ha un giudizio autonomo, ricerca la verità, la responsabilità, è fuori dal coro, dalla norma, dal dogma. Tradisce per mostrarci un’altra possibilità.
Sono corpi eretici quei corpi segnati dalla diversità e “non degni di vivere” ,vittime del nazismo e dell’idea del corpo sano – bello e forte, sono corpi eretici quelli che si travestono per assumere un’altra identità, sono corpi eretici quelli che cercano e non hanno ancora trovato la propria identità, sono corpi eretici quelli che portano il segno dell’handicap e della malattia e mettono in crisi il nostro concetto di sanità, di santità, ci mettono di fronte alla nostra paura del deficit. Sono corpi eretici, creature anfibie, angeli e animali divini segnati dalla devianza tutti quei corpi e quelle anime che faticano a trovarsi un posto nel mondo, un loro posto nel mondo.
L’irrazionale, il deforme, la fragilità, la vulnerabilità, che cerchiamo in tutti modi di espellere da noi, inutilmente, fanno parte del nostro patrimonio genetico, sono il significante di “umano” e non appartengono ad una sola categoria di persone.

La nostra rassegna, in questa edizione 2016-2017, è una raccolta di storie belle ed emozionanti, che sanno parlare di questi temi “forti” con leggerezza e poesia, senza noia. E’ una rassegna che ci farà ridere e ci farà piangere, che cerca di far nascere domande più che dare risposte, che si interroga sui temi di oggi, che racconta l’alterità del mondo.

La rassegna si apre con le NINA’S DRAG QUEENS uno spettacolo che è stato la rivelazione dell’anno. Un gruppo di travestiti mette in scena Cechov, ed è un Cechov che fa pensare e ridere, come non si era mai visto. Musiche taglienti, danze burattinesche e commoventi e polifonie vocali da brividi. Un impasto di tecniche e linguaggi sapienti, cuciti intorno ad una drammaturgia limpida e intelligente che valorizza di grande testo di Cechov. Un grande successo alla faccia dei pruriti, e dei pregiudizi artistici, morali o sociali.
Si continua con LA SIRENETTA di Campo teatrale , giovane e promettente compagnia teatrale lombarda. ” La sirenetta ” usa la metafora della sirena per parlare della forza inesausta di un essere umano per essere accettato dai simili per ciò che è. La nota e dolorosa vicenda di un ragazzo che, come altri, si è suicidato per la sua pretestuosa diversità, diventa poetica metafora di un atto di accusa verso una società bigotta e piena di pregiudizi. Un progetto commosso e commovente, da cui fa capolino anche un pizzico di ironia che potrebbe dare ulteriore “pepe” ad uno dei più bei progetti visti quest’anno .
IMPRONTE dell’ANIMA , qui proposto nella ricorrenza dei “Giorni della memoria” è uno spettacolo “cult” della nostra Compagnia Teatro la Ribalta – Kunst der Vielfalt – che continua ad incontrare un pubblico che ha voglia di conoscere ed interrogarsi sui temi dell’eugenetica e della eutanasia, dal tempo dei nazisti ai nostri giorni. Questa storia la raccontano degli attori e delle attrici portatori di handicap professionisti della scena. Uomini e donne le cui vite erano stare ritenute ” non degne di essere vissute”.
L’INSONNE. Lo spettacolo di Autelli è molto raffinato, a partire da quella scena-scatola che fa pensare a un’opprimente gabbia mentale. Lo spettacolo vuole restituire scenicamente la potenza del romanzo “Ieri” di Agota Kristof, ungherese di nascita ma espatriata in Svizzera nel 1956, dopo l’intervento dell’Armata Rossa volto a spegnere l’insurrezione ungherese contro il dominio sovietico. I corpi sono ombre che giocano con la loro memoria. Quello che avviene in questa composizione è un dialogo tra queste figure di fratelli e la loro autrice, loro prestano il loro corpo e la loro voce all’evocazione delle figure emerse dalla memoria dell’autrice, in un continuo salto tra rappresentazione e pensiero dell’anima che sta concependo questo mondo.
LA LETTERA di Paolo Nani è un’icona vivente della comicità corporea. Mille rappresentazioni in tutto il mondo per un attore che ha fatto del suo corpo, privo di voce, una macchina comica universale. Osannato dalla critica, paragonato a Charlie Chaplin e Buster Keaton è un divertimento assicurato. Si ritorna, con Nani, a quella comicità clownesca, lontana dalla volgarità del cabaret, dalle battute scontate tra sesso e politica. Si esce da questo spettacolo un po’ “centrifugati” ma felici di aver colto come, anche un solo atto – come quello di scrivere una lettera – si possono trovare 15 modi per farlo e tutti esilaranti.
DAS SPIEL , che sarà ospite al MUSEION PASSAGE – è un opera intima, delicata, segreta , alla quale 80 spettatori sono chiamati ad assistere . Gli interpreti Alessandro Bedosti e Antonella Oggiano, soli su un tappeto di 3 metri per 3 metri, si raccontano in una quotidianità che diventa un rito misterioso, affascinante e divertente. Due diversità, una di fronte all’altra, in un’atmosfera magica che lo spettatore, preso da tanti intimità, non fiata, sospeso, per paura di disturbare.
Un’altro promettente drammaturgo e regista, Mariano Dannacco, ci porta lo spettacolo ESILIO da lui scritto e diretto. La Piccola Compagnia Dammacco narra la fine di un mondo microscopico che, sorprendentemente, ci coinvolge tutti. Il tema del reinventarsi, del rinascere dalle ceneri del precariato, e mettono in scena l’uomo moderno nell’attimo in cui questi viene preso a calci nelle terga e “buttato” in mezzo alla strada. La denuncia è chiara: la monodimensionalità di valori ci sta schiacciando. Il piccolo ometto kafkiano, però, non intende arrendersi, e proverà a battere tutte le possibili strade di rivalsa personale. Il teatro della Dammacco guarda con affetto i reietti della società e percepisce la loro marginalizzazione come un processo interamente riconducibile al passaggio da produzione di senso a produzione di beni come unica raison d’être.
Questa settima edizione è sempre promossa dall’Associazione Lebenshilfe che è un patrimonio sociale e culturale di questa provincia nel campo delle politiche di sostegno alle persone in difficoltà. Cosciente che per promuovere una nuova politica di “inclusione” , oltre ad erogare servizi nel campo sociale, è necessario che lo sguardo cambi, che occorre una rivoluzione culturale che modifichi e trasformi il pensiero sulla diversità. La cultura, il teatro, sono gli strumenti per far nascere una nuova etica sociale, capace di misurarsi con il limite e l’impossibile”.

RASSEGNA Arte della Diversità – 7a edizione – CORPI ERETICI
THEATERREIHE Kunst der Vielfalt – 7. Ausgabe – GOTTLOSE KÖRPER

Bolzano / Bozen
Teatro Comunale di Gries / Grieser Stadttheater

Dal 15.12.2016 al 12.04.2017 / Von 15.12.2016 bis 12.04.2017

Programm / a

Giovedì / Donnerstag 15.12.2016 | h 20.30
Nina’s Drag Queens
Il giardino delle ciliegie

Venerdì / Freitag 13.1.2017 | h 20.30
Eco di fondo – Campo Teatrale
La sirenetta

Sabato / Samstag 28.1.2017
h 10, h 12, h 20.30
Teatro La Ribalta- Kunst der Vielfalt
Impronte dell’anima / Spuren der Seele

Giovedì / Donnerstag 2.2.2017 | h 10, h 12, h 20.30
LAB 121
L’insonne

Venerdì / Freitag 10.3.2017 | h 20.30
Paolo Nani
La lettera

Sabato/Samstag 18.3.2017 | h 20.30 | Museion Passage
Alessandro Bedosti, Antonella Oggiano
Das Spiel*

Mercoledì / Mittwoch 12.4.2017 | h 20.30
PICCOLA COMPA GNIA DAMMACCO
Esilio

*Questo spettacolo si svolge al Museion Passage

Direzione artistica / künstlerische Leitung: Antonio Viganò
Direzione generale / Intendanz: Wolfgang Obwexer
Direzione organizzativa e biglietteria / Organisation und Kartenverkauf: Martina Zambelli
Amministrazione / Verwaltung: Petra Bisaglia
Direzione tecnica / technische Leitung: Alex Pallaoro

Prenotazioni / Reservierungen
Teatro La Ribalta – Kunst der Vielfalt, T. +39 0471 324943, info@teatrolaribalta.it

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *