Cultura & Società Ultime Notizie

Bolzano. Up & Down: nasce un gruppo di auto aiuto per aiutare i malati di depressione bipolare

14 Ottobre 2016

author:

Bolzano. Up & Down: nasce un gruppo di auto aiuto per aiutare i malati di depressione bipolare

A Bolzano nasce un gruppo di auto mutuo aiuto per chi soffre di disturbo bipolare e che ha il desiderio di condividere le proprie esperienze con altre persone. Il gruppo si incontra, per la prima volta, il 20 ottobre.

Il disturbo bipolare non è un fenomeno del nostro tempo. È stato descritto già nell’antichità da Ippocrate, Aristotele e Platone. Di fatto, la lista delle celebrità affette dalla malattia bipolare, è interminabile: leader politici come Churchill, pittori come Van Gogh o Gaugin, brillanti compositori come Schumann o Tchaikovsky, eminenti scrittori come Virginia Wolf, Hemingway, Baudelaire, Hesse o Poe ecc., attrici come Marilyn Monroe, Catherine Zeta-Jones o la pop star britannica Robbie Williams.

Si stima che in Alto Adige circa 4000 persone soffrono di disturbo bipolare. Il loro umore oscilla tra euforia e malinconia e non sono capricciosi, come potrebbe sembrare, ma gravemente malati. Nella maggior parte dei casi la malattia non viene riconosciuta con facilità e le persone possono star male per anni prima di ricevere una corretta diagnosi e un trattamento adeguato.

Ecco cosa racconta Valentina*, Bolzanina che vuole rimanere anonima: “Ho deciso di organizzare un gruppo di auto aiuto per persone con disturbo bipolare perché ho sentito la necessità di raccontare la mia esperienza e di dare una speranza al prossimo, informando sulle cure esistenti e sul fatto che si può stare meglio, che si può vivere una vita normale e che è possibile essere veramente sereni e amare la vita pur essendo, sotto certi aspetti, diversi dagli altri. Capisco che la strada per arrivare alla consapevolezza dell’essere “malato” e quindi di doversi curare non è una strada facile. Soprattutto quando si parla di malattia mentale sorgono ancora molti pregiudizi negativi. Avvertendo questi pregiudizi per noi è ancor più difficile accettare la malattia e comunicarla a chi ci sta vicino.

Il mio messaggio vuol essere un messaggio di speranza. Essere affetti dal disturbo bipolare è come essere affetti da una qualsiasi altra malattia per la quale si devono assumere dei farmaci.

E sottolineo “per fortuna” che hanno trovato farmaci veramente efficaci, che ci permettono di controllare la malattia.

“Io sono sempre stata una ragazza combattiva, che ha commesso spesso degli errori, ma che ha sempre voluto lottare per trovare la strada per stare meglio con sé stessa e con gli altri. È stata e sarà sempre una strada un po’ in salita, perché comunque la vita stessa lo è, ma adesso, finalmente, sono riuscita a trovare la mia strada.”

Il nuovo gruppo di auto aiuto si incontrerà per la prima volta giovedì 20 ottobre 2016 alle ore 18.30 nel centro di Bolzano. Tutti gli interessati possono contattare Valentina al tel. 347 9170918 (ore 17-20) oppure scrivere a bipolare.bz@libero.it per avere ulteriori informazioni.

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *