Cultura & Società Ultime Notizie

Bolzano. “Arte e spiritualità”, il concerto di ognissanti alla Cappella del Cimitero di Oltrisarco

20 Ottobre 2016

author:

Bolzano. “Arte e spiritualità”, il concerto di ognissanti alla Cappella del Cimitero di Oltrisarco

Ritorna il 30 ottobre alle ore 11.00, per il secondo anno consecutivo, il concerto alla Cappella del Cimitero di Oltrisarco. Ad esibirsi nel Requiem di Mozart il Kreative Ensemble.

Il 30 ottobre alle ore 11 si svolgerà l’evento “Arte e Spiritualità”, il concerto organizzato dai Servizi Cimiteriali del Comune di Bolzano nella Cappella del Cimitero di Oltrisarco in occasione della Celebrazione di Ognissanti. L’appuntamento con la musica classica al cimitero vuole sottolineare ancora una volta come tutte le fasi della nostra vita siano accompagnate da eventi culturali che la arricchiscono e come il luogo cimitero possa essere la cornice perfetta per godere l’atmosfera di determinate produzioni musicali. Protagognista dell’occasione è il “Requiem” di Wolfgang Amadeus Mozart, eseguito dal Kreative Ensemble. 

Il famoso Requiem di Wolfgang Amadeus Mozart, che ancora oggi commuove molte persone in modo straordinario, non è affatto una composizione compiuta, ma ci è pervenuta in forma di frammento; la commissione di questa musica funebre gli pervenne da un certo conte Walsegg nell’estate del 1791, mentre era alle prese con la composizione de La Clemenza di Tito, e lo impegnò fino alla sua morte, il 5 dicembre di quell’anno, riuscendo a portarne a termine solo una parte. Ben presto la composizione incompiuta fu oggetto di elaborazioni volte a completarla, di cui una delle prime fu quella di F.X. Süßmayr. Elaborazioni di tutt’altra natura non si prefissero di completare ciò che era incompiuto ma piuttosto di ampliare ciò che non era conosciuto e questo non successe solo con il Requiem. In un periodo in cui la musica non poteva essere registrata ma era presente solo lì dove si faceva, gli arrangiamenti per organici diversi da quello originale godevano di maggiore considerazione rispetto ad oggi, e tuttavia in questo modo le creazioni dei compositori diventano familiari ad una cerchia più grande di intenditori e dilettanti.

Il Kreativ Ensemble, protagonista del matinèe nella Cappella, è nato nel 1983 ed è composto da strumentisti appartenenti a importanti orchestre italiane (Orchestra di Padova e del Veneto, Orchestra dei Pomeriggi Musicali di Milano, Orchestra Haydn di Bolzano e Trento). Si esibisce in quartetto d’archi, formazione base in quartetto ed ottetto e collabora con prestigiosi solisti eseguendo le più belle pagine del repertorio cameristico dal Settecento ai giorni nostri. A Bolzano si esibiranno Sonja Domuscieva -violino, Franco Turra- violino, Giuseppe Miglioli – viola, Fernando Sartor -violoncello, Roberto Loreggian – organo. L’Ensemble è regolarmente invitato ai Festival italiani più importanti come il Pesaro Festival, Suoni delle Dolomiti, Musicastello, Bolzano Estate, Roma Giubileo 2000, Pomeriggi Musicali di Milano, Festival internazionale di Bergamo e Brescia. Il Kreativ Ensemble si è esibito in Italia, Europa ed America.

Il cimitero non è solamente luogo di lutto e di dolore ma rappresenta anche e soprattutto la nostra memoria storica e come tale è necessario assicurare la tutela e la valorizzazione del patrimonio architettonico e storico-artistico che esso rappresenta” sottolinea l’Assessore alle Politiche Sociali del Comune di Bolzano, Sandro Repetto. Ed è il messaggio che i “Servizi Cimiteriali” del Comune di Bolzano vogliono dare con questo concerto, da sempre attenti ad assicurare al cimitero un posto centrale nella comunità e impegnati, nel corso degli ultimi anni, ad arricchire la proposta di attività per valorizzare il patrimonio architettonico e storico artistico facendolo diventare la location per ascoltare della buona musica nei giorni in cui il cimitero è maggiormente affollato dai visitatori.

Già negli anni passati l’Ufficio Cimiteriale si è prodigato per realizzare una concreta collaborazione con l’Ufficio Servizi Museali e Storico Artistici del Comune di Bolzano. Frutto di questo incontro d’intenti è una mappa cartacea dei percorsi dei luoghi della memoria -“Bolzano. Percorso dei sepolcri” – dedicata ai cimiteri storici della città, esistenti e scomparsi, che riporta una selezione di informazioni sui principali luoghi incontrati o sulle singole testimonianze (lapidi commemorative, epitaffi, monumenti funebri) e che ne riassumono i motivi di interesse storico, artistico e culturale.

Bolzano è quindi in prima linea rispetto ad un movimento che si sta sviluppando in tutta Italia e che ha come fulcro proprio queste tematiche. Nei primi giorni di ottobre, a Caserta, è stato siglato infatti un protocollo tra SEFIT– Utilitalia, l’Associazione di categoria dei gestori pubblici dei cimiteri italiani, di cui fa parte anche il Comune di Bolzano e il MIBACT (Ministero dei Beni e delle attività culturali e del turismo) che ha lo scopo di promuovere azioni tese a valorizzare i cimiteri e ad istituire un “Atlante dei cimiteri monumentali e del turismo della memoria” visionabile online e Bolzano è presente.

 

 

 

 

 

 

 

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *