Politica Ultime Notizie

Bolzano. La Giunta Comunale fissa i criteri per la nomina delle Commissioni consiliari

4 Luglio 2016

author:

Bolzano. La Giunta Comunale fissa i criteri per la nomina delle Commissioni consiliari

La Giunta comunale, questa mattina, si è occupata di Commissioni consiliari, fissando i criteri per la loro nomina e formulando la propria proposta da sottoporre al Consiglio comunale. Oggi, il sindaco della Città di Bolzano Renzo Caramaschi, ha illustrato questa e le altre delibere ai media in occasione della consueta conferenza stampa post- giunta.

Secondo quanto detta il Regolamento del Consiglio comunale, art. 61, il Consiglio – entro 60 giorni dall’entrata in carica degli amministratori – determina numero e composizione delle commissioni consiliari permanenti, definendone le materie di competenza. La proposta la fa la Giunta comunale, seguendo le indicazioni formulate dalla Conferenza dei Capigruppo. Ogni commissione può avere da un minimo di 5 ad un massimo di 9, compreso il Presidente, tenendo conto delle componenti politiche e linguistiche presenti in Consiglio e, come dice l’art. 27 dello Statuto Comunale, in modo che i gruppi siano rappresentati in modo proporzionale alla loro consistenza numerica, e che ogni gruppo sia rappresentato nelle commissioni ove ci siano almeno 4 componenti. Le materie di competenza, sempre secondo art. 27 dello Statuto, vanno definite tenendo conto dell’articolazione della struttura amministrativa del Comune. Tenuto conto di tutto ciò e ritenuto opportuno che i membri della Giunta non entrino nelle commissioni, la Giunta comunale, ha deliberato la seguente proposta: 13 Commissioni consiliari, ciascuna composta da 7 membri effettivi più 7 membri supplenti, tranne che per le Commissioni Mobilità e Urbanistica e Cultura che ne avranno 9 + 9.Spera il sindaco di poter andare domani sera in Consiglio comunale con tutti i nominativi per l’approvazione.
Di seguito un elenco delle Commissioni:
Commissione consiliare Affari Generali e Personale, Statistica e Tempi della Città, Scuola e Tempo libero;
Commissione consiliare Ambiente;
Commissione consiliare Attività economiche, Turismo e Stadtmarketing;
Commissione consiliare Attività sociali;
Commissione consiliare Cultura;
Commissione consiliare Decentramento e Servizi demografici. Commissione consiliare Giovani e Sport;
Commissione consiliare Lavori pubblici e Protezione civile;
Commissione consiliare Mobilità;
Commissione consiliare Organizzazione, Innovazione, Trasparenza e Legalità;
Commissione consiliare Patrimonio;
Commissione consiliare Amministrazione delle risorse finanziarie;
Commissione consiliare Urbanistica.

Il sindaco ha quindi presentato altre delibere e promemoria discussi e approvati questa mattina dalla Giunta:
incarico alla commissione nomine di raccogliere domani i curriculum da valutare per la nomina del rappresentante del Comune di Bolzano in seno al Consiglio di Amministrazione della società “Fiera di Bolzano SpA – Messe Bozen AG”, che durerà in carica fino alla scadenza degli altri attuali componenti;

– accettazione finanziamento di euro 4.500.000,00 per l’ampliamento del centro scolastico Marcelline;

– nomina della commissione giudicatrice del concorso pubblico per esami per il conferimento di 2 posti di operaio specializzato falegname con contratto a tempo indeterminato (4a qualifica funzionale) con rapporto di lavoro a tempo pieno – 38 ore settimanali, e della commissione giudicatrice del concorso pubblico per esami per il conferimento di 1 posto di operaio specializzato settore crematorio con contratto a tempo indeterminato (4a qualifica funzionale) con rapporto di lavoro a tempo pieno – 38 ore settimanali;

– approvazione impegno di spesa per il servizio di fornitura pasti affidato ad ASSB. Euro 81.000,00- bil./2016; Euro 81.000,00 bil./2017; Euro 54.000,00-
bil./2018;

– approvazione conto consuntivo dell’anno 2015 della Fondazione “Ferruccio Busoni – concorso pianistico internazionale” e approvazione conto consuntivo dell’anno 2015 della Fondazione Orchestra Haydn;

– autorizzazione al sindaco di impugnare al Consiglio di Stato due sentenze relative all’installazione di impianti all’interno del raggio di 75 m da siti sensibili negati dal regolamento comunale sulla telefonia;

– incarico all’assessora Maria laura Lorenzini di richiedere alla Provincia Autonoma di Bolzano di installare nuovamente nel quartiere di Casanova la stazione mobile per poter monitorare le emissioni anche in previsione di un aumento dei rifiuti che saranno conferiti all’impianto di termovalorizzazione, che appunto, previa modifica della Legge provinciale, potrà aumentare del 5 fino ad un massimo 10 per cento – secondo il programma del Comune – i rifiuti da bruciare per migliorare la sua prestazione;

– distribuzione ai membri della giunta di venti interrogazioni su tematiche presentate da alcuni consiglieri comunale;

– patrocinio a RAI- Zeppelin TV per il programma televisivo che sarà realizzato al parco delle Ex semirurali sabato 30 luglio 2016; patrocinio all’associazione Schlepperfreunde Gries per la tradizionale benedizione dei trattori il giorno 14.07.2016 in piazza Gries. Patrocinio anche alla DolceVita LoungeTour e alla Fondazione Mahler per un concerto con proiezioni sulla facciata dell’Hotel Città

La Giunta ha anche deciso di convocare per la settimana prossima un tavolo di tecnici del Comune per riesaminare del progetto Sinfonia individuando le cause dell’aumento dei costi previsti per 1.300.000 Euro;

– deciso l’ampliamento degli spogliatoi presso il nucleo Alzheimer a Don Bosco; la Giunta ha incaricato l’assessore Repetto a relazionarsi con l’assessore Provinciale Mussner e con la direzione della Cassa di Risparmio per vagliare eventuali soluzioni alla necessità di spazi del Museo Civico e del Museo Archeologico;

– anche sul collegamento con l’Oltradige, ha spiegato poi il sindaco, ci saranno nuovi contatti con la Provincia, “con la quale i rapporti stanno decisamente migliorando”. “La Città privilegerebbe la soluzione del tram, ma sarà molto difficile cambiare il progetto arrivati a questo punto”, ha detto Caramaschi.

Sulla complicata situazione della palazzina delle cooperative previste in via Cadorna è intervenuto in conferenza stampa anche il vice sindaco Christoph Baur. Si potrebbe teoricamente o ricorrere al Consiglio di Stato contro la sentenza del TAR, cosa che richiederebbe tempi molto lunghi, oppure riprendere in mano tutta la procedura annullata e rifarla con le dovute integrazioni, a partire dalla variante al PUC, fino al piano di attuazione e alla finale concessione edilizia, includendo la valutazione del rischio idrogeologico. Quale via intraprendere, sarà discusso insieme alle parti interessate, soprattutto valutando i tempi necessari.

Anche sull’Areale,  l’Amministrazione comunale non è ferma: la giunta si sta muovendo per vagliare le varie ipotesi per valorizzare l’area inizialmente destinata a un polo commerciale, che nel caso della costruzione del megastore Benko dovrebbe trovare destinazioni più appetibili, e su tanti altri importanti temi collegati, come il destino del Mercato generale e il posizionamento della stazione delle autocorriere.

 

 

 

 

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *