Politica Ultime Notizie

Bolzano. Prima il programma, poi la scelta degli assessori. I Verdi sono d’accordo?

4 Giugno 2016

Bolzano. Prima il programma, poi la scelta degli assessori. I Verdi sono d’accordo?

Siamo agli inizi di Giugno e Renzo Caramaschi continua a lavorare al programma da sottoporre ai potenziali partner per la formazione della maggioranza che dovrà sostenere la sua Giunta. Secondo quanto si apprende dai media però non è solo, ma affiancato da Christoph Baur della SVP, dal capogruppo della SVP in Consiglio Provinciale Dieter Steger, da Matteo Bonvicini e da Sandro Repetto, con i quali ieri ha avuto un incontro. E gli altri? Perché non coinvolgere direttamente in fase di elaborazione del programma i probabili partner, come Angelo Gennaccaro di Io sto con Bolzano e soprattutto i Verdi? La domanda è lecita, considerando che le due formazioni politiche presenti in Consiglio comunale sono vitali per la formazione della maggioranza e la nascita della Giunta Caramaschi. È vero, Sandro Repetto, come riportato in un articolo dell’Alto Adige avrebbe precisato che si è aperti ad eventuali integrazioni, tuttavia sembra strano che i Verdi possano accettare un programma già fatto, per quanto integrabile in seguito con nuove proposte. Di deleghe e assessori il Sindaco intelligentemente non ha voluto parlare, probabilmente sapendo che troppi contendenti puntano sulle stesse deleghe. Sarebbe effettivamente inopportuno in questo momento mostrare le carte e un buon giocatore deve sempre tenersi più di un asso nella manica. Soprattutto in una situazione così complicata. I temi a Bolzano sono diversi, dalla sicurezza, al sociale, all’ambiente, etc., e non è facilissimo trovare una soluzione che vada bene a tutti, in particolare alla Stella Alpina, notoriamente più vicina al centro-destra, che al centro- sinistra, anche se da diversi anni oramai la città è stata governata da maggioranza di centro-sinistra e SVP. In ogni caso, anche se Caramaschi non ha voluto ancora parlare di assessorati, è probabile che sarà un consigliere della SVP ad occuparsi dell’urbanistica e questo potrebbe creare non pochi mal di pancia agli amici del PD. Interessante è l’intenzione del Sindaco di trattare direttamente con il Presidente della Provincia Kompatscher per aumentare il budget comunale e affrontare la questione relativa ai temi finanziari, in particolare per quanto concerne le grandi opere. Una maggiore collaborazione tra il capoluogo e la Provincia potrebbe finalmente far sì che Bolzano torni ad essere un gioiello sia sul piano urbanistico che su quello culturale. Insomma, le cose da fare sarebbero molte, ma non basta la buona volontà del Sindaco evidentemente. Bolzano ha avuto un commissario straordinario molto stimato dai cittadini, che ha fatto tutto ciò che ha potuto fare. Molti lo hanno lodato e altri lo hanno criticato. Assolutamente normale! Per gli uni ha fatto troppo e per gli altri magari troppo poco. Ora però prima di partire bisognerà formare la Giunta comunale e per farlo ci vogliono i consiglieri pronti a votarla. I Bolzanini sono stufi di votare e pertanto una soluzione dovrà essere trovata, con o senza i Verdi. L’importante è fare presto e bene, Bolzano non ha bisogno solo di una Giunta, ma anche di persone capaci di assumersi la responsabilità di amministrare bene, di essere in contatto anche con coloro che non hanno voce, quelli che per diverse ragioni si trovano ai margini della vita sociale ed economica della città.

Giornalista pubblicista, scrittore.
Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *