Politica Ultime Notizie

Cooperazione allo sviluppo, piano 2016 con fondi raddoppiati2 min read

22 Marzo 2016 2 min read

author:

Cooperazione allo sviluppo, piano 2016 con fondi raddoppiati2 min read

Reading Time: 2 minutes

Cooperazione allo sviluppo, piano 2016 con fondi raddoppiati

La Giunta provinciale di Bolzano ha approvato oggi il programma 2016 della cooperazione allo sviluppo: fino al 2018 gli stanziamenti delle risorse finanziarie sono notevolmente aumentati. Per il 2016 sono inseriti a bilancio 4,047 milioni di euro, con un raddoppio dei fondi rispetto agli anni passati. Previsto anche il sostegno a interventi nei grandi campi profughi in Libano e Giordania.

Con questo notevole incremento del budget della cooperazione internazionale, ha ricordato il presidente Arno Kompatscher, la Giunta provinciale ha creato i presupposti per un adeguato finanziamento delle iniziative di associazioni e enti no profit attivi in Alto Adige che hanno partecipato al bando annuale con domande di finanziamento per 85 progetti. Sono diverse le tipologie del sostegno della Provincia: il 75% del finanziamento viene destinato ai progetti di cooperazione delle organizzazioni altoatesine in Africa, Medio Oriente, Asia, America latina ed Europa dell’Est, ai progetti di educazione allo sviluppo e alla mondialità sul territorio provinciale. Il 25% del finanziamento è invece assegnato al sostegno dei programmi di sviluppo pluriennali avviati dalla Provincia con i partner territoriali nei vari Paesi e con le Organizzazioni internazionali, come i programmi in Afghanistan, Burkina Faso, Uganda, Tanzania, Nepal, Bolivia, Ecuador, Capo Verde.

Qualche esempio: in Nepal, dopo il terremoto che ha colpito la capitale Kathmandu, la Provincia interviene per costruire un centro di protezione civile. In Afghanistan è invece prevista la costruzione di una scola con 20 aule che ospiteranno fino a 1700 alunni. È previsto inoltre il sostegno a interventi in aree di crisi, come nei grandi campi profughi in Libano e Giordania sorti in seguito ai conflitti in Siria e Iraq. Prioritari, con un finanziamento di 1,2 milioni di euro, sono anche i progetti di lotta alla povertà per superare la crisi alimentare e l’emergenza soprattutto nelle regioni sub-sahariane: Sudan, Mauritania, Mali, Niger, Ciad. Un’altra parte delle risorse 2016 sarà utilizzata per iniziative specifiche nel settore della tutela delle minoranze linguistiche e culturali in tutto il mondo. Infine la Provincia si attiverà, come sempre, nei casi di catastrofi stanziando fondi per interventi di emergenza e ricostruzione.

Fondamentalmente gli obiettivi della Cooperazione allo sviluppo della Provincia per i prossimi anni faranno riferimento all’Agenda 2030 e ai 17 Obiettivi di Sviluppo Sostenibile approvati dalle Nazioni Unite a New York nel settembre 2015. I nuovi Obiettivi vedono coinvolti tutti i Paesi nella promozione della sostenibilità economica, sociale e ambientale, nello sradicamento della povertà, nella riduzione delle disuguaglianze, affermazione dei diritti umani, prevenzione dei conflitti e sostegno ai processi di pacificazione.