Politica Ultime Notizie

Vinca la meritocrazia

17 Aprile 2014

author:

Vinca la meritocrazia

Garante per l’infanzia: Artioli, diamo spazio alla meritocrazia senza distinzione etnico-linguistica.

Questa volta mi aspettavo che finalmente potessimo superare le solite barriere etnico-linguistiche. Sia chiaro che alla dott.ssa Ladstaetter riconosco le proprie qualità e il fatto di essere arrivata prima in graduatoria. Il problema è sorto in seno alla maggioranza che ha messo la candidata in difficoltà per questioni legate a scontri interni alla SVP e solo per questa ragione ho pensato che la candidata italiana arrivata seconda, alla quale riconosco la perfetta conoscenza del tedesco e le tutte le qualità per coprire il ruolo, potesse mettere d’accordo tutto il consiglio. Alla fine, però, ha prevalso la vecchia logica. Si è persa un’occasione per voltare finalmente pagina, dichiara Elena Artioli.

Non sono certo mai stata considerata un’estremista a difesa degli italiani e al contrario, ho sempre combattuto per favorire la convivenza tra i gruppi linguistici, ponendo sempre avanti ad ogni scelta la meritocrazia. Ho scelto di presidiare l’aula da sola per votare per un’italiana perfettamente bilingue e mi sarei aspettata in questa occasione un segnale anche da parte del Partito Democratico. Urzì ha preferito uscire dall’aula e fare come Ponzio Pilato lavandosene le mani. Lo stesso Kollensperger del M5S, pur essendo eletto grazie al voto di molti italiani bolzanini ha preferito glissare sulla questione, conclude la consigliera di Team Autonomie.

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *