Cultura & Società Ultime Notizie

“Il giorno più bello”, in tour fino al 14 giugno nelle RSA di Bolzano, Laives e di Egna il progetto del TSB

26 Maggio 2024

author:

“Il giorno più bello”, in tour fino al 14 giugno nelle RSA di Bolzano, Laives e di Egna il progetto del TSB

Un tour nelle Case di Riposo con uno spettacolo nato dalle testimonianze degli anziani; laboratori permanenti di teatro per le nuove generazioni; progetti teatrali permanenti per la Casa Circondariale di Bolzano e ragazze/i con sindrome di down; una tournée di strada di un Quiz Show, prodotto e ideato per dare risalto alle storie delle/degli abitanti dei singoli quartieri; una rassegna dedicata a bambine/i e famiglie nelle piazze di tutta la provincia. L’attenzione per i più fragili e per le nuove generazioni sono le coordinate della nuova edizione di FUORI! la rassegna che esplora e sperimenta, anno dopo anno, le molteplici possibilità di un teatro d’arte con una forte valenza sociale. Inclusività è una delle parole chiave di questa nuova edizione della rassegna. Da anni il TSB ha allargato le proprie iniziative in questo ambito, perseguendo una funzione che è insita nel suo ruolo, in quanto istituzione teatrale a forte vocazione pubblica. Una visione ad ampio spettro del teatro come strumento di interazione sociale e come opportunità di confronto e di crescita. La gratuità di FUORI! e la politica dei prezzi assolutamente vantaggiosa degli abbonamenti alle stagioni, dimostrano la continua tensione del TSB verso l’accessibilità di più persone possibile al teatro.
Quest’anno FUORI! intreccia progetti e spettacoli realizzati per le categorie di cittadine/i più fragili come “Il giorno più bello” (fino al 14 giugno) realizzato con e per gli ospiti delle Case di Riposo (RSA) di Bolzano, Laives ed Egna, con lo spettacolo “Non è la storia di un eroe”, presentato lo scorso 17 maggio sia nella Casa Circondariale di Bolzano, nell’ambito di un percorso laboratoriale dedicato a detenuti ed ex detenuti, sia all’esterno delle mura del Carcere, al Centro Trevi. Un ponte tra dentro e fuori, un lavoro di ricerca e di tessitura di trame narrative per allargare gli orizzonti del quotidiano che si ritrova anche nelle produzioni di teatro d’inciampo, come “Bolzano Est Quiz Show” (dal 4 al 14 giugno) che nasce da una ricognizione del territorio e dalle interviste con cittadine/cittadini che hanno vissuto e vivono nella zona est della città. Una mappatura sociale e storica del tessuto urbano che è stata rielaborata drammaturgicamente per portare in scena un quiz stralunato che gioca con frammenti di memoria e coinvolge le/gli abitanti della città, oltre alle associazioni operanti nel quartiere.
All’interno di FUORI! si colloca anche la restituzione del laboratorio permanente della Sorriso Academy, realtà che da due decenni si occupa di ragazze e ragazzi con sindrome di down e disabilità cognitive, con cui il TSB può vantare una solida collaborazione. Curata da Hernan Cacace e Johanna Delago la restituzione si svolgerà il 14 giugno alle 18.00 negli spazi del Thuniversum di Bolzano.
Grande successo anche per la restituzione del Corso “Sogni in Tasca” realizzato dal TSB in collaborazione con Centro Vintola 18, dedicato ragazze e ragazzi in età compresa tra i 18 e i 25 anni. Guidati da Francesco Ferrara, Salvatore Cutrì, Elena Beccaro e Tessa Battisti, lo scorso 11 maggio i partecipanti al percorso di esplorazione teatrale hanno portato in scena lo spettacolo “Le Cicogne fanno il nido sui tralicci”.
Un’altra produzione firmata TSB è “Il Fuoco invisibile. Storia Umana di un disastro naturale” che ha mosso i primi passi nell’ambito di FUORI! 2023 in forma di lettura scenica. Ora la drammaturgia che lo scrittore bolzanino Daniele Rielli ha tratto dal suo libro pubblicato da Rizzoli l’anno passato e finalista al Premio Strega 2024, è divenuto un vero e proprio allestimento teatrale che verrà presentato il 15 giugno alle 18.30 nel Parco Petrarca di Bolzano.
Anche quest’anno gli spettacoli dedicati a bambine/bambini e famiglie organizzati da FUORI! a Bolzano, Bressanone, Brunico e Vipiteno rientrano nell’iniziativa “Vitamine Teatrali” e potranno simbolicamente essere prescritti dai pediatri.
Elemento oramai fondamentale che accompagna fino al 12 giugno la stagione estiva del TSB è “Il Teatro della Scuola”, rassegna che riunisce 37 tra restituzioni e saggi conclusivi dei percorsi laboratoriali tenutisi nelle classi di tutta la provincia, e li apre al pubblico. Il ciclo di appuntamenti è organizzato in collaborazione con l’Associazione Theatraki nelle scuole Primarie e Secondarie di Primo Grado.
FUORI! è un progetto del Teatro Stabile di Bolzano e del Dipartimento alla Cultura italiana della Provincia Autonoma di Bolzano, con il patrocinio del Comune di Bolzano e di tutti i comuni che ospitano le iniziative.
Bolzano: RSA Villa Serena, RSA Villa Armonia, RSA Villa Europa, RSA Fondazione La Roggia, RSA Don Bosco, Spazio Famiglie Don Bosco, Thuniversum, Casa Circondariale Bolzano   Laives: Domus Meridiana   Egna: Griesfeld
“Il giorno più bello” è un progetto e uno spettacolo dedicato alle/agli ospiti delle Case di Riposo (RSA). Prodotto dal Teatro Stabile di Bolzano in collaborazione con il quotidiano Alto Adige, nasce dalle interviste raccolte dalla giornalista Maddalena Ansaloni e da una serie di ritratti realizzati dal fotografo Matteo Groppo che hanno per protagonisti gli ospiti di alcune RSA della città di Bolzano. I racconti e la voce degli anziani sono stati il punto di partenza per creare la scrittura teatrale curata, come la messa in scena e l’interpretazione, da Giacomo Anderle e Alessio Kogoj della compagnia I Teatri Soffiati. Nelle Case di Riposo di Bolzano, Laives ed Egna fino al 14 giugno, Anderle e Kogoj vestiranno i panni di instancabili viaggiatori, un po’ maghi e un po’ cantastorie. Presentato in due tempi, lo spettacolo esplora il tema “il giorno più bello della vita”: il teatro è solo un pretesto per far nascere piccoli momenti di festa tra attori e spettatori, un incontro indimenticabile, per vivere insieme e fuori dal tempo, il presente. “Il giorno più bello” è diventato una pubblicazione che unisce le testimonianze raccolte da Ansaloni, i ritratti di Groppo e la drammaturgia curata da Anderle e Kogoj. Il libro verrà donato ai/alle partecipanti al progetto. Le fotografie verranno esposte e regalate a tutte le RSA.
Un ideale ponte tra la vita dentro le mura del carcere e quella fuori, è quello nato dallo spettacolo “Non è la storia di un eroe” che l’autore e attore Mauro Pescio ha tratto dal suo podcast Io Ero il Milanese, diventato un vero e proprio caso nel 2022, conquistando oltre 700 mila ascolti. Lo spettacolo è stato presentato la mattina del 17 maggio ai partecipanti dei laboratori teatrali proposti dal TSB ai detenuti della Casa Circondariale di Bolzano. Pescio, attore di razza, conduce il pubblico nella vita di Lorenzo S., un uomo che ha fatto tante scelte sbagliate, con cui la sfortuna si è accanita, un uomo che ha toccato il fondo, ma che da quel fondo si è rialzato. Il pomeriggio alle 18.30 il monologo è andato in scena negli spazi del Centro Trevi. Da numerose stagioni il TSB è protagonista di un progetto di innovazione e inclusione volto al reinserimento sociale e culturale di detenuti ed ex detenuti attraverso la partecipazione e il coinvolgimento in percorsi e iniziative culturali. Promuove laboratori di teatro e l’accompagnamento di piccoli gruppi di persone sottoposte a provvedimenti dell’autorità giudiziaria agli spettacoli. Per chi non può recarsi a teatro, il TSB organizza una serie di incontri all’interno del penitenziario tra i partecipanti ai laboratori teatrali e i protagonisti della scena nazionale come Stefano Accorsi, Paolo Rossi e Rocco Papaleo. Punto di forza del progetto inclusivo è la collaborazione tra istituzioni pubbliche, culturali e del privato sociale: l’iniziativa è coordinata dal TSB, in collaborazione con Biblioteca Culture nel Mondo e Alpha&Beta Piccadilly, nel quadro delle attività del progetto “Art of Freedom” promosso con la Casa Circondariale di Bolzano e sostenuto dal Fondo Sociale Europeo della Provincia di Bolzano.
“Una giornata storta” è il titolo del saggio che avrà per protagonisti i partecipanti al laboratorio della Sorriso Academy, realtà che da due decenni si occupa di ragazze e ragazzi con sindrome di down e disabilità cognitive, con cui il TSB può vantare una solida collaborazione. Curato da Hernan Cacace e Johanna Delago la restituzione si svolgerà il 14 giugno alle 18.00 negli spazi del Thuniversum di Bolzano.
Dopo il clamoroso successo di Bolzano Sud Quiz Show di FUORI!2023, dal 4 al 14 giugno il TSB si orienta verso la zona est di Bolzano presentando Bolzano Est Quiz Show. Domande a raffica, un pulsantone e premi in palio. Ideato e diretto da Francesco Ferrara e Salvatore Cutrì, Bolzano Est Quiz Show permette di incontrare le persone che abitano o hanno abitato il quartiere di Oltrisarco, la zona della città chiamata Oltri, che si sviluppa intorno a via Claudia Augusta e il Parco Mignone che confina con via Volta e ponte Roma. Con il rigore del gioco e con ironia, si costruirà un mosaico di storie sul passato e il presente di un quartiere che sta attraversando una sensibile trasformazione. Questa nuova produzione del Teatro Stabile di Bolzano per FUORI, interpretata da Cutrì e Marco Brinzi, prosegue il lavoro di mappatura umana e urbana iniziato dal TSB la passata stagione.
Un’altra produzione firmata TSB che ha mosso i primi passi nell’ambito di FUORI! 2023 in forma di lettura scenica è “Il Fuoco invisibile. Storia Umana di un disastro naturale”. Ora la drammaturgia che lo scrittore bolzanino Daniele Rielli ha tratto dal suo libro pubblicato da Rizzoli l’anno passato e finalista al Premio Strega 2024, è divenuto un vero e proprio allestimento teatrale. Il 15 giugno alle 18.30 nel Parco Petrarca di Bolzano, Rielli presenta in anteprima il suo spettacolo, che porta in scena un dramma ecologico e sociale come se fosse un incalzante romanzo a più voci. A dirigerlo Francesco Montanari, ad affiancarlo in scena tre musicisti: Gabriele Rampino, (sax soprano, sound design, electronics, percussioni), Claudio Tuma, (chitarre, electronics) e Antonio D’Aprile (violoncello, electronics).
Dopo il grande successo della passata edizione, torna Vitamine Teatrali, un progetto del Dipartimento Cultura italiana della Provincia Autonoma di Bolzano in collaborazione con il Teatro Stabile di Bolzano, il Teatro Cristallo e la compagnia teatroBlu. Ispirata al progetto “Sciroppo Teatro” che ha preso vita nel 2021 in Emilia-Romagna, l’iniziativa Vitamine Teatrali ha come obiettivo quello di creare un’alleanza di sistema capace di generare cambiamenti significativi sul piano della salute e del benessere delle famiglie. Con Vitamine Teatrali  i pediatri possono prescrivere la partecipazione agli spettacoli proposti attraverso un’apposita ricetta. La ricetta di teatro non ha la pretesa di porsi sullo stesso piano di una ricetta medica, ma è provato che la cultura sia veicolo essenziale per raggiungere benessere emotivo e fisico soprattutto per le nuove generazioni. “Biancaneve on The Road” e “Fagioli”, spettacoli della Compagnia I Teatri Soffiati e “I Piccoli di Podrecca on the Road” riedizione da parte del Teatro Stabile del Friuli Venezia Giulia del classico spettacolo di marionette che ha incantato il mondo, saranno i tre titoli proposti dal TSB a Bolzano, Merano, Bressanone, Brunico e Vipiteno. Tre gli spettacoli proposti da TeatroBlu a Bolzano: “A spasso con Sandrone” di Giorgio Gabrielli, “Geppone e in Vento Tramontano” del Teatrino Pellidò e “Il segreto di Arlecchino e Pulcinella” di Alberto De Bastiani.

Foto/c – M. Groppo