Cronaca Ultime Notizie

Assoimprenditori Alto Adige chiude l’anno con soddisfazione e guarda con ottimismo al futuro

27 Dicembre 2022

author:

Assoimprenditori Alto Adige chiude l’anno con soddisfazione e guarda con ottimismo al futuro

Il Bilancio sociale 2022 di Assoimprenditori Alto Adige Sociale espone dai numeri emersi dai bilanci delle imprese associate depositati presso la Camera di Commercio un quadro complessivamente positivo, ragione per la quale il presidente Heiner Oberrauch ha diffuso un messaggio di ringraziamento a tutti gli associati.
Ha esordito ricordando che la guerra in Ucraina con i su drammatici risvolti umanitari, ma anche sociali ed economici ha fatto riscoprire i valori democratici e di solidarietà dell’Europa. Abbiamo anche compreso quanto è importante non dipendere da altri. Dopo la crisi del Covid e dopo la crisi delle materie prime, la crisi energetica ci ha fatto capire con ancor più evidenza che l’Europa, l’Italia e l’Alto Adige non possono fare a meno della loro industria. E anche se non sempre questa evidenza si è rispecchiata nelle decisioni prese dalle varie istituzioni, qualcosa si sta muovendo! – queste le sue parole.
Proud to be industrious , ovvero orgogliosi non solo di essere industriali, ma anche di essere laboriosi e intraprendenti – aveva affermato in occasione dell’assemblea generale dello scorso ottobre rilevando inoltre che l’industria e la sua capacità di contribuire allo sviluppo economico, sociale e tecnologico sarà decisiva per affrontare le sfide legate a cambiamento climatico, transizione energetica, digitalizzazione e cambiamento demografico. Non meno importante, ricordava Heiner Oberrauch sarà la capacità di di unire le forze, mettendo a disposizione i rispettivi punti di forza e avendo cura di non lasciare indietro nessuno.
E proprio questi sono gli aspetti messi in luce dal Bilancio Sociale di Assoimprenditori Alto Adige. Sono 478 le imprese e ci lavorano oltre 50.000 persone, di cui 41.482 sono occupate in provincia di Bolzano nei vari settori di attività, dal metalmeccanico all’edilizia, al comparto alimentare, ICT, ai trasporti, legno, servizi alle imprese, commercio all’ingrosso, chimica e plastiche, grafica, installazioni, cave e torbiere, tessile, e sono distribuite su tutti i comprensori della nostra Provincia.
Il quadro complessivo dimostra che Il 2022 è stato un anno molto impegnativo, in cui le imprese si sono dovute adeguare a sfide sempre nuove così come è prevedibile che lo sarà anche il 2023. Un anno che sarà affrontato con spirito positivo – conclude Heiner Oberrauch consapevoli che l’Alto Adige può contare su imprese innovative e su una popolazione sempre pronta a collaborare.

Foto, Heiner Oberrauch