Cultura & Società Ultime Notizie

Gianfranco Paglia, medaglia d’oro al valor militare, ospite del ciclo “Dialoghi Merano”

14 Novembre 2022

author:

Gianfranco Paglia, medaglia d’oro al valor militare, ospite del ciclo “Dialoghi Merano”

Ma chi difende gli indifesi, gli inermi, i civili vittime di una guerra? Come si proteggono le donne, i bambini, gli anziani, cioè le persone più esposte o più fragili di una comunità bombardata, colpita, invasa da forze che al linguaggio delle parole hanno sostituito quello delle armi?
Dopo più di otto mesi dal conflitto che Putin ha scatenato contro l’Ucraina, per il ciclo “Dialoghi Merano” promosso dall’Accademia di studi italo-tedeschi, Federico Guiglia incontra e intervista, venerdì 18 novembre alle 18 presso il Bar della casa di cura St. Josef in via Innerhofer 2/4 (di fronte all’Accademia), un testimone d’eccezione, il tenente colonnello Gianfranco Paglia. Si pensi che ha partecipato, da protagonista, alle missioni militari all’estero proprio a sostegno delle popolazioni indifese e degli innocenti costretti a scappare dalle loro case, e spesso anche dalla loro terra, per salvare la vita o non finire nelle mani degli aggressori. Paglia rimase gravemente ferito, perdendo l’uso delle gambe, nella battaglia di Checkpoint Pasta a Mogadiscio il 2 luglio 1993, durante l’operazione Unosom II. Era la seconda fase dell’intervento in Somalia voluto dalle Nazioni Unite per creare una cintura di sicurezza intorno agli aiuti umanitari destinati a contrastare la grave carestia e l’anarchia di un Paese martoriato dalla guerra civile.
Gianfranco Paglia è stato insignito della Medaglia d’Oro al Valor Militare – una delle sole sei medaglie conferite a soldati viventi – ed è oggi capitano del Gruppo Sportivo Paralimpico Difesa. Ma all’epoca dell’agguato che lui e i suoi uomini subirono, era comandante di plotone di paracadutisti del contingente italiano inviato in Somalia nell’ambito dell’operazione umanitaria. Si espose al tiro dei cecchini, che lo colpirono più volte, per aiutare militari feriti e soldati rimasti intrappolati nell’imboscata.
La sua storia ha ispirato anche lo sceneggiato “Le Ali”, trasmesso dalla Rai nel 2008. Nonostante l’invalidità, l’ufficiale ha successivamente partecipato anche alla missione KFOR in Bosnia e poi in Kosovo, Libano ed Iraq. Dopo una breve parentesi da parlamentare, nel 2013 Gianfranco Paglia è rientrato nelle Forze Armate ed è stato nominato consigliere del ministro della Difesa per le iniziative volte a valorizzare in ambito sportivo, in Italia e all’estero, il personale militare affetto da disabilità e per il reinserimento del personale nel mondo del lavoro.