Cultura & Società Ultime Notizie

Expo delle associazioni per il dialogo interculturale

16 Ottobre 2022

author:

Expo delle associazioni per il dialogo interculturale

Il 28 e 29 ottobre, presso l’EURAC Accademia Europea, in viale Druso 1, a Bolzano, si terrà l’Expo delle associazioni per il dialogo interculturale. In queste giornate, tutti sono invitati ad entrare in contatto con le associazioni che organizzano eventi interculturali, a conoscere i loro progetti culturali e a creare sinergie. Inoltre, gli stand informativi offrono informazioni su corsi di lingua, consulenza sui volontari, progetti per i nuovi cittadini. È prevista anche una formazione per le associazioni. Musica, un playbus e un angolo lettura per i più piccoli offriranno intrattenimento.
Nel corso della manifestazione i visitatori avranno l’opportunità di entrare in collegamento con le associazioni interculturali e quindi di creare sinergie. Verranno inoltre presentate “buone pratiche” di eventi e attività interculturali per promuovere il dialogo interculturale, l’inclusione e i processi di integrazione. Saranno presenti, inoltre, punti informativi su corsi di lingua, volontariato, progetti e sull’iniziativa “Vivere insieme in Alto Adige”, workshop di formazione per i presidenti e i membri delle associazioni.
Nell’ambito dell’Expo il Centro studi e ricerche IDOS sabato 29 ottobre, dalle ore 9.30 alle 10.30, presenterà nell’ambito di una conferenza stampa il dossier di statistiche sociali sul fenomeno dei migranti in Italia. Sempre sabato 29 ottobre, dalle ore 10,30 alle 12, sarà quindi presentato il Manifesto delle Nuove Generazioni Italiane 2022″ che contiene molte proposte di miglioramento sui temi della scuola, del lavoro e dello sport, un tentativo di rispondere alle nuove sfide sociali, causate anche dalla pandemia.
L’evento “Expo delle associazioni per il dialogo interculturale” è organizzato dal Servizio di coordinamento per l’integrazione in collaborazione (Tel. 0471 413386 o 413388; coordinamento-integrazione@provincia.bz.it) con la Cooperativa sociale Savera, il Comune di Bolzano e l’Ufficio Educazione permanente del Dipartimento Cultura tedesca.