Cultura & Società Ultime Notizie

Bolzano per Canova: il ritorno di Amore e Psiche

22 Ottobre 2022

author:

Bolzano per Canova: il ritorno di Amore e Psiche

Foto/c-Davide Stani 

È stata inaugurata giovedì 20 ottobre la mostra “Bolzano per Canova: il ritorno di Amore e Psiche”, esposizione che celebra il genio della scultura neoclassica Antonio Canova in occasione del bicentenario della sua morte. Un numeroso pubblico ha varcato la soglia del Centro Trevi per ammirare il gruppo scultoreo “Amore e Psiche giacenti” – copia ottocentesca dell’originale canoviano – e scoprire la sua emozionante storia narrata dal curatore Roberto Pancheri. La mostra “Bolzano per Canova: il ritorno di Amore e Psiche”, progettata della Provincia Autonoma di Bolzano – Alto Adige – Cultura italiana con l’ideazione e il coordinamento di Stefania Lorandi, rimarrà aperta fino a domenica 27 novembre.

Si è tenuta giovedì 20 ottobre l’inaugurazione di “Bolzano per Canova: il ritorno di Amore e Psiche”, mostra che si inserisce nelle celebrazioni del bicentenario dalla morte del grande scultore neoclassico. Come suggerisce il titolo stesso, l’esposizione vuole raccontare il ritorno nel capoluogo altoatesino di “Amore e Psiche giacenti”, copia ottocentesca dell’originale canoviano custodita per lungo tempo (dal 1816 al 1867) nel giardino Moser di Bolzano e poi giunta a Trento. Proprio questo gruppo scultoreo, realizzato da un allievo o collaboratore di Canova, si trova – fisicamente e concettualmente – al centro del percorso espositivo che ne racconta la storia mediante una serie di opere d’arte che vanno dal XIX secolo fino ai giorni nostri. All’interno dell’allestimento progettato dall’architetto Michelangelo Lupo, la fortuna iconografica del mito di Amore e Psiche attraverso i secoli è infatti illustrata anche grazie a creazioni più moderne e recenti, tra le quali spicca un’installazione contemporanea del gruppo marmoreo realizzata da Magister Art e ora nel foyer del Centro Trevi: ricavata da un blocco di marmo bianco di Carrara di 10 tonnellate, è stata scolpita da un robot a partire da una scansione 3D del gesso preparatorio della scultura esposta al Louvre di Parigi. Il risultato finale ha richiesto ben 270 ore di lavoro.

La conferenza stampa che ha preceduto l’inaugurazione è stata occasione per rimarcare l’importanza del tema della cultura: “Nel bicentenario della morte di Canova, torna come grande protagonista la cultura italiana. Il nostro obiettivo resta sempre mantenere vivo l’interesse verso di essa.” ha sottolineato Giuliano Vettorato, assessore provinciale alla Cultura italiana. “Per questo abbiamo cercato di far avvicinare alla cultura anche chi non è abituato a frequentare gli eventi culturali, con degli inviti personalizzati che portassero queste persone a visitare la mostra sul Canova”. Non sono poi mancati interventi del Direttore di dipartimento Cultura italiana, Ambiente e Energia della Provincia autonoma di Bolzano Antonio Lampis, del Dirigente dei musei civici trevigiani Fabrizio Malachin, di Camilla Lunelli in rappresentanza della famiglia Lunelli che ha eccezionalmente concesso in prestito il gruppo scultoreo e infine del curatore Roberto Pancheri.

Per approfondire ulteriormente la vicenda che vede protagonista la copia marmorea di “Amore e Psiche giacenti”, si segnala la conferenza “Amore e Psiche a Bolzano: una storia ritrovata” che sarà tenuta dallo storico dell’arte e curatore Roberto Pancheri mercoledì 26 ottobre alle ore 18:00. Durante questo evento, si tratterà nel dettaglio la storia del gruppo di Amore e Psiche esposto in mostra, dalla possibile genesi in seno allo studio romano di Canova al suo approdo accidentale a Bolzano avvenuto nel 1816, fino al restauro eseguito a Trento nel 1868 dallo scultore Andrea Malfatti. Per partecipare, è possibile prenotarsi inviando una e-mail all’indirizzo centrotrevi@provincia.bz.it o contattando il numero di telefono 0471 300980.

Sabato 22 ottobre alle ore 18:00 sarà invece il momento della prima dello spettacolo “Simplicissima Psyche!”, prodotto in collaborazione con il Teatro stabile di Bolzano. Al Centro Trevi nelle seguenti date: 22.10, 25.10 e 29.10 alle ore 18:00. Lo spettacolo proseguirà anche in novembre (nei giorni 8, 11, 12, 15, 19 e 26, sempre alle ore 18:00). Per info e prenotazioni è possibile visitare il sito www.teatro-bolzano.it o contattare l’indirizzo e-mail www.teatro-bolzano.it.

Per tutta la durata della mostra, ci saranno inoltre alcune visite guidate con ciceroni d’eccezione: le studentesse e gli studenti del Liceo classico-linguistico “Giosuè Carducci” (classe 5ᵃ B dell’indirizzo classico e 5ᵃ C dell’indirizzo linguistico) e del Liceo artistico “Giovanni Pascoli”. Le visite guidate dagli studenti si terranno dal 24 al 28 ottobre e dal 7 all’11 novembre, ore 10-13 e 14-18 con gli studenti del Liceo Carducci e dal 14 al 25 novembre, ore 10-13 con gli studenti del Liceo Pascoli. Per info e prenotazioni: centrotrevi@provincia.bz.it oppure 0471 300980.
Ogni giorno alle ore 16:00 partirà inoltre una visita guidata in mostra con una mediatrice specializzata. Per info e prenotazioni contattare centrotrevi@provincia.bz.it oppure 0471 300980.

La mostra Bolzano per Canova: il ritorno di Amore e Psiche” sarà visitabile al Centro Trevi di Bolzano fino a domenica 27 novembre nelle seguenti giornate: dal lunedì al sabato, ore 10:00 – 13:00 e ore 14:00 – 19:00; apertura straordinaria ultimo giorno di mostra: domenica 27 novembre 2022.

Foto/c-Davide Stani