Cultura & Società Ultime Notizie

75 anni con lvh.apa – confartigianato imprese

19 Ottobre 2022

author:

75 anni con lvh.apa – confartigianato imprese

Quest’anno il Gruppo Artigianato artistico festeggia il suo 75° anniversario all’interno dell’associazione imprenditoriale provinciale degli artigiani e prestatori di servizi (lvh.apa). In occasione di questa importante ricorrenza Castel Mareccio, a Bolzano, si trasformerà in una speciale sede espositiva che, dal 27 al 30 ottobre 2022, ospiterà un’ampia varietà di lavori degli artisti professionisti associati. I visitatori avranno così la possibilità unica di osservare gli artigiani all’opera. Il motto dell’evento, “I colori nelle arti e nei mestieri”, è il denominatore comune di tutte le sezioni rappresentate e intende mostrare quanto siano variopinte e differenti le sensibilità e le tecniche artistiche in Alto Adige.
In totale, il Gruppo Artigianato artistico di lvh.apa conta 173 membri appartenenti a nove categorie professionali (policromatori e doratori, ricamatori in cuoio, fioristi, orafi e argentieri, orologiai e scultori in legno, intagliatori in legno, restauratori e scultori d’ornamento appartenenti al gruppo Artigianato artistico della Val Gardena – Lia Artejanat Artistic de Gherdëina). Di questi, oltre 50 saranno presenti alla mostra come rappresentanti delle seguenti categorie professionali: policromatori e doratori, scultori in legno, intagliatori in legno, scultori d’ornamento, orafi e argentieri e ricamatori in cuoio. Fioristi e restauratori verranno invece rappresentati dall’intera sezione.
L’evento dedicato all’anniversario sarà inaugurato dalla cerimonia di apertura, giovedì 27 ottobre alle 11, che vedrà la partecipazione di rappresentanti del mondo della politica, dell’economia, dell’artigianato, dell’arte e dell’istruzione. L’appuntamento trilingue sarà accompagnato dalle musiciste ladine Judith Piccolruaz (pianoforte) e Priska Malsiner (soprano) con performance dedicate al tema dell’evento: “I colori nelle arti e nei mestieri”. Successivamente, dalle 13 alle 18, potrà essere visitata la mostra. L’esposizione a ingresso gratuito resterà aperta da venerdì 28 a domenica 30 ottobre, dalle 9 alle 18.
Tutti i visitatori potranno inoltre godere di un programma speciale: venerdì sera, a partire dalle 20.30, un concerto del gruppo “Jazz Moves” di Norbert Dalsass avvolgerà Castel Mareccio in un’atmosfera musicale unica.
Una mostra variegata attende tutti gli interessati all’arte e alla cultura. Tre diverse aree richiameranno adulti e giovani per avvicinarli all’artigianato. Oltre all’area espositiva con le numerose opere in mostra sarà possibile visitare un laboratorio nel pieno della sua attività. Qui i visitatori e soprattutto le scolaresche potranno osservare gli artigiani al lavoro e apprendere informazioni interessanti sulla loro professione. Saranno presentate anche le opere realizzate dagli studenti della scuola professionale per l’artigianato artistico e il liceo d’arte Cademia di Ortisei, in Val Gardena, e dell’istituto professionale per la lavorazione del marmo di Lasa. “Questa vuole essere un incentivo per i giovani interessati all’arte, perché sono loro il futuro dell’artigianato artistico locale”, commenta Martin Haller, presidente di lvh.apa.
Un’altra particolarità è rappresentata dalle installazioni che saranno allestite in centro a Bolzano da mercoledì 19 ottobre fino alla prima settimana di novembre contestualmente al Bolzano Apfelfesta. I visitatori saranno accompagnati da sculture creative e opere di grandi dimensioni lungo il tragitto che dal centro storico conduce a Castel Mareccio. “Con questa mostra speciale allestita negli spazi all’aperto del capoluogo vogliamo creare sinergie tra questi due importanti eventi e formare una rete interdisciplinare”, spiega Filip Piccolruaz, presidente del gruppo Artigianato artistico di lvh.apa.
L’obiettivo generale di questo speciale anniversario è quello di mettere in evidenza la diversità, la qualità e la tradizione dell’artigianato artistico che esprime l’anima della Val Gardena, ma anche di tutto l’Alto Adige. Gli organizzatori attribuiscono particolare importanza alla valorizzazione del “fatto a mano” e del valore unico che si nasconde dietro sculture, immagini e opere realizzate artigianalmente. Un’importante punto di svolta in questo senso è stato il marchio, creato nel 1969 in collaborazione con la Camera di Commercio di Bolzano, che ancora oggi certifica e tutela le opere realizzate completamente a mano. La mostra vuole quindi evidenziare il significato culturale del comparto artigiano che non può esaurirsi nella catalogazione di un settore economico. Nell’artigianato esiste una stretta connessione tra arte, cultura, lingua e tradizione di un territorio. Intrecciando le varie professioni creative, i prodotti e i servizi si consolida una cultura che rimane ancorata nella coscienza delle generazioni per secoli. Valori incarnati dalla professione artistica e artigiana.
Il gruppo professionale Artigianato artistico dell’Associazione imprenditoriale provinciale degli artigiani e prestatori di servizi (lvh.apa) si impegna ad aumentare la visibilità e a rafforzare il settore  locale delle arti e dei mestieri. Il gruppo mira, inoltre, a ispirare i giovani avvicinandoli alle arti e ai mestieri e offrendo loro percorsi di formazione specifici. La partecipazione congiunta a fiere, la tutela dell’artigianato artistico attraverso iniziative come il marchio di certificazione, l’offerta di corsi, l’organizzazione di viaggi di istruzione e mostre sono solo alcune delle iniziative che il gruppo professionale ha a cuore e su cui punta per portare il lavoro degli artigiani all’attenzione della cittadinanza.
Il primo passo è stato compiuto 75 anni fa dalla già esistente Associazione degli Artigiani della Val Gardena – Lia Artejanat Artistic de Gherdëina. Nel 1947, sotto la guida di Vinzenz Insam, l’associazione entrò a far parte di lvh.apa (fondata nel 1945), diventando così il primo gruppo professionale per artigiani e prestatori di servizi all’interno dell’associazione di categoria. La Lia Artejanat Artistic de Gherdëina mirava, con l’unione delle forze per un obiettivo comune, a far rivivere l’arte e l’artigianato e a realizzare iniziative promettenti.
All’epoca l’associazione era composta principalmente da scultori, intagliatori, policromatori e doratori e scultori d’ornamento. Nel corso degli anni il gruppo professionale si è ulteriormente sviluppato e si sono aggiunte altre categorie professionali: orafi e argentieri, fioristi, restauratori, orologiai e, più di recente, ricamatori in cuoio.