Cultura & Società Ultime Notizie

Al TreviLab di Bolzano fotografie, video, parole e oggetti per raccontare storie di manualità da undici Paesi diversi

17 Settembre 2022

author:

Al TreviLab di Bolzano fotografie, video, parole e oggetti per raccontare storie di manualità da undici Paesi diversi

Fino al 3 ottobre lo spazio ‘Aperto 2’ del TreviLab ospita la raccolta di storie, immagini e oggetti di due anni di incontri di Handy Hands. Le 70 nicchie dello spazio svelano fotografie, video, parole e oggetti. Questi elementi compongono le 17 storie dei/delle partecipanti, provenienti da 11 Paesi diversi, al ciclo di appuntamenti tenutisi, tra 2020 e 2022, nell’ambito del progetto.
Handy Hands raccoglie e presenta le storie di un gruppo di persone, in aumento edizione dopo edizione, con background migratorio. Il racconto autobiografico è un importante strumento di arricchimento, di valorizzazione e di cura del proprio sé, oltre che un fondamentale strumento di apprendimento linguistico e di relazione sociale.
Il primo ciclo di appuntamenti si è tenuto nel 2018 ed è durato quattro mesi, coinvolgendo sei persone originarie di Bolzano e provincia con background migratorio e una mediatrice. L’esito della prima edizione è un video (visibile nella sezione STORIA del sito www.hanyhands.it) che nel 2019 è stato usato per la campagna pubblica di sensibilizzazione durante la Giornata Internazionale dei Migranti. Dal 2020 è stato scelto di puntare sul racconto per parole e immagini (fisse e in movimento) delle storie di vita e di abilità manuali di persone con background migratorio. Oltre all’apprendimento linguistico e di relazione sociale, è stato scelto anche di valorizzare le capacità dei/della partecipanti non solo in ottica autobiografica ma anche lavorativa. Con questo obiettivo, il Centro di mediazione lavoro di Bolzano prossimamente promuoverà la partecipazione all’iniziativa da parte degli iscritti alle liste di disoccupazione con background migratorio che durante gli incontri di mediazione racconteranno di avere spiccate abilità manuali, tecniche e/o artistiche da sviluppare, con l’intento di farle diventare una vera e propria attività imprenditoriale.
Al centro del progetto, e della serie di 12 incontri tenutisi tra il 2020 e il 2022, ci sono le competenze manuali delle persone con background migratorio che spesso non sono, con dispiacere di chi le possiede, applicate nelle occupazioni attuali. Rimangono, quindi, nascoste, latenti.
Handy Hands vuole quindi riscoprire e raccontare le capacità ‘invisibili’ dei/delle partecipanti agli incontri proprio per stimolare la curiosità e quindi la creazione di una società più inclusiva e aperta ad ascoltare storie, assaggiare sapori, confrontarsi con tradizioni, culture, abiti e ritmi diversi.
I racconti raccolti sono alla base dell’esposizione che è stata inaugurata al Trevilab. L’iniziativa sarà aperta al pubblico gratuitamente secondo gli orari di apertura del TreviLab (lunedì-venerdì 9-20 orario continuato) e rientra nel programma delle Bolzano Art Weeks 2022. A corollario dell’esposizione è previsto anche per il 26 settembre alle ore 11-14, sempre al TreviLab, il laboratorio gratuito “Alla fonte delle parole”, condotto da Alessandro e Laura Pedrotti che si svolgerà durante la Giornata europea delle lingue.

 

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com