Cronaca Sport Ultime Notizie

Alto Adige. “Si rispettino rigorosamente le limitazioni agli spostamenti” l’invito del Collegio delle Guide alpine

2 Aprile 2020

author:

Alto Adige. “Si rispettino rigorosamente le limitazioni agli spostamenti” l’invito del Collegio delle Guide alpine

Escursioni, arrampicate, alpinismo, sci alpinismo: le attività in montagna sono il mestiere delle guide alpine altoatesine e degli accompagnatori di media montagna. Ciononostante, il loro collegio invita tutti gli altoatesini a rispettare rigorosamente le limitazioni agli spostamenti personali in vigore e ad astenersi da tour di qualsiasi tipo. “Quanto più attentamente rispettiamo le regole, tanto prima potremo ricominciare”, dice il presidente del collegio Kurt Walde.
Anche le guide alpine e gli accompagnatori di media montagna stanno attraversando un periodo difficile, forse il più difficile della loro storia recente. Infatti la loro attività, come quella di molti altri gruppi professionali, è completamente bloccata, e di conseguenza viene a mancare il reddito. “Naturalmente le restrizioni ci colpiscono duramente perché non ci permettono di svolgere il nostro lavoro”, dice il presidente Walde. Inoltre sia la formazione delle guide alpine, sia quella degli accompagnatori di media montagna sono attualmente sospese.
Il Collegio finora non è in grado di quantificare quanto la pausa obbligatoria stia colpendo l’intero gruppo professionale. “Prima dobbiamo aspettare e vedere quanto dureranno le restrizioni”, dice Kurt Walde. Inoltre, non è ancora chiaro quando e come il turismo riprenderà slancio dopo la fine della crisi, che nonostante il mercato interno sempre più importante è ancora un pilastro centrale delle guide alpine e degli accompagnatori di media montagna.
In questo contesto, il presidente Walde invita tutti gli altoatesini a rispettare rigorosamente le limitazioni agli spostamenti personali in vigore, a limitare le attività all’aperto alle immediate vicinanze della propria casa e a non intraprendere alcuna escursione a piedi, in montagna o con gli sci. “Soprattutto noi, come persone che lavorano nella natura, sappiamo quanto sia difficile e quanto si abbia nostalgia della vita all’aperto – soprattutto con questo tempo – ma lo dobbiamo alla nostra salute e a quella dei più anziani e dei più deboli”, dice Walde.

In foto, Kurt Walde@Archivio Guide alpine sciatori Alto Adige

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *