Cultura & Società Ultime Notizie

Linux tra stelle: Bolzano ancora alla finestra

26 Dicembre 2019

author:

Linux tra stelle: Bolzano ancora alla finestra

Innovazione&Ricerca
*utilizzeremo genericamente il termine Linux per comodità di lettura (vedi nota a margine)

Le crisi portano spesso in dote innovazione con pochi mezzi. In Usa, ma non solo, molte Corporation ed enti stanno migrando a sistemi Linux, abbandonando piattaforme più tradizionali. Recentemente la ISS (la stazione spaziale internazionale) passò all’utilizzo del software Linux. Windows XP lasciò infatti il posto a Debian 6 Squeeze. La Nasa già utilizzava a terra Linux, nella versione Red Hat. Di recente anche il tracciamento degli asteroidi potenzialmente più pericolosi per la Terra sono monitorati da sistemi Nasa basati su tecnologia Linux. Tracciamento che stima le rotte dei corpi spaziali tramite il calcolo dei super computer, che montano tecnologia Linux, senza dimenticare i sistemi volo dei satelliti

Siamo nell’ era dei super computer

Tra i 500 supercomputer più potenti del pianeta, con potenze di calcolo pari a diverse decine di teraflops, ben 497 hanno installato Linux che sfrutta a fondo queste super macchine, utili per calcoli di qualsiasi tipo, dal tracciamento orbitale alle ricerche in ambito medico.
Il Large Hadron Collider, abbreviato LHC (in italiano Grande Collisore di Adroni), è un acceleratore di particelle situato presso il CERN di Ginevra, utilizzato per ricerche sperimentali nel campo della fisica delle particelle, ormai entrato nell’immaginario collettivo.
L’LHC è l’acceleratore di particelle più grande e potente finora mai realizzato al mondo. Si tratta di un acceleratore di tipo circolare che può accelerare adroni fino al 99,9999991% della velocità della luce. Il costo del progetto LHC è a 10 cifre. Ovviamente la gestione dei dati prodotti dalla macchina è affidata a sistemi Linux, direttamente dal progetto Gnu.

E anche Android…

Quando scorrete la home di Instagram guardando le foto dei vostri amici, state probabilmente usando Linux. Ogni smartphone con a bordo Android o Ubuntu touch è infatti basato su kernel Linux.
Anche molte compagnia quali Airbnb, Uber e Netflix sono interamente basate su Linux.
Si basano su Linux il dipartimento della difesa americano, al Kindle di Amazon al treno giapponese ad alta velocità Shinkansen “Bullet Train”.

Perché Linux (inteso come in nota) è utilizzato da aziende ad alta specializzazione?

Genericamente Linux è personalizzabile al 100%. Può essere gestito da Corporation create ad hoc (la Canonical ad esempio) oppure “plasmato” a seconda dell’esigenza, sia essa casalinga od aziendale. Per gli alti livelli, l’aerospazio ad esempio, è sufficiente creare un team di gestione e sviluppo del software, con propria assistenza o la possibilità d’attingere in un mare d’ aziende create ad hoc (anche free) che garantiscono servizi in regime di non monopolio (come accade invece per altri sistemi operativi)
Quindi grazie alla personalizzazione elevata Linux riesce ad adattarsi ad esigenze ed obiettivi aziendali praticamente al 100%.

L’ Alto Adige come risponde? Non benissimo ma la soluzione è semplice…

In Alto Adige, eccezion fatta per la distribuzione Fuss (di recente abbandonata) installata sulle macchine delle scuole italiane, oltre alla versione Debian 10 utilizzata dal sindacato scolastico Uil Scuola, è prassi rivolgersi ad altri sistemi operativi. La gestione informatica aziendale è strutturata sul sistema operativo di casa Microsoft, con qualche eccezione OS (Mac) nel campo grafico. Esistono aziende che approcciano con Linux ma nel panorama altoatesino pare l’intervento sia più genericamente etico che pratico. Oltre agli sportelli per una diffusione domestica del software libero sarebbe utile creare delle Hub Corp. Locali su misura per aziende (iniziare con le micro, i costi licenza possono essere abbattuti) e professionisti. In campo educativo lo spunto sarebbe ottimo, ma sarebbe servito uno sforzo multiplo con il NOI, creando soprattutto un team di sviluppo su modello Corporation (come appunto Hp, Nasa o Google in ambito informatico) che andasse a sviluppare un pacchetto ad hoc per ogni settore, dalla scuola all’ente pubblico in generale, rimodulando le esigenze software dalla base. Coinvolgendo dal profondo Università, enti pubblici (iniziare dai piccoli comuni ad esempio) fino alle grosse aziende ed agli ospedali, oltre le reti pubbliche per auto elettriche e tanto altro. Si potrebbe creare una rete (con nodi d’assistenza di qualità e cloud dati progettati in loco) che porti ad una migrazione generale, come avvenuto in varie parti del mondo e anche d’Italia. Di fatto rendendosi autonomi dalle Corp. Usa, creando proprie Corp. Ciò è ancora possibile tramite progetti ad hoc, che partano appunto dal mondo “etico”, sindacati, associazioni, etc., enti pubblici finanziati da una parte pubblica che crei un nucleo di progetto avanzato che coinvolga anche soggetti privati interessati ad investire in futuro tecnologico. Arrivare poi ad una sinergia completa, come teorizzato da Elon Musk, tra aziende e settori pubblici, fine delle gerarchie ed inizio delle programmazioni per obiettivi ibridi (tecnologia libera, creata in loco, applicata a modelli di sviluppo sostenibile “green”, il massimo con il minimo…). Le auto a guida autonoma sono per lo più gestite da sistemi Linux che potrebbero essere sviluppati in “case” ibridi locali. L’ Alto Adige in questo momento vive un periodo particolare, da “occasione persa”. Esiste però tempo per recuperare, il progetto necessiterebbe anche di management di livello e comunicazione capillare, ma il NOI potrebbe diventare una Hub perfetta, per questa economia digitale circolare che di fatto anticipa il futuro. Servono soldi, volontà ed idee nuove e soprattutto questa massima: “Non fare le cose come si sono sempre fatte” – Elon Musk

Nota * La controversia sul nome GNU/Linux, in ambito informatico, indica il dibattito sull’utilizzo dell’espressione “GNU/Linux” per etichettare un sistema operativo basato su GNU (il sistema operativo unix-like ideato da Richard Stallman nel 1984) e altresì utilizzante Linux (il kernel per sistemi operativi unix-like ideato da Linus Torvalds nel 1991

Giornalista pubblicista, originario di Bolzano si occupa di economia, esteri, politica locale e nazionale
Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *