Cronaca Ultime Notizie

Laboratorio sul futuro dell’Alto Adige 2019: le zone produttive nella nuova legge urbanistica

17 Giugno 2019

Autore:

Laboratorio sul futuro dell’Alto Adige 2019: le zone produttive nella nuova legge urbanistica

Mercoledì scorso si è svolto presso l’impresa Wolf Fenster S.p.A. a Sciaves il primo incontro della serie “Laboratorio sul futuro dell’Alto Adige” della Camera di commercio di Bolzano. Oggetto della nuova edizione sono i cambiamenti che comporterà la nuova legge urbanistica per le imprese altoatesine. Il relatore principale era l’avvocato Jakob Baldur Brugger che ha collaborato come consulente esterno alla stesura della nuova normativa.
La nuova legge provinciale Territorio e paesaggio, che entrerà in vigore il 1° gennaio 2020, disciplinerà l’urbanistica e la tutela del paesaggio in Alto Adige. Nella Provincia di Bolzano le aree insediabili sono limitate: dopo le costruzioni realizzate negli ultimi decenni ne risultano occupate già un terzo. Tuttavia, non si registra ancora un utilizzo ottimale degli edifici.
La riforma urbanistica prevede pertanto un censimento degli spazi ed edifici vuoti in tutti i comuni altoatesini. A tal proposito Ulrich Höllrigl, Direttore della Piattaforma per il rurale, ha illustrato il progetto pilota “Gestione degli spazi ed edifici vuoti“. Lo scopo del progetto è censire gli immobili vuoti nei comuni per favorirne il riutilizzo. I dati censiti saranno inseriti in una banca dati, per sensibilizzare poi la popolazione all’espansione interna.
Il relatore principale della serata era l’avvocato Jakob Baldur Brugger, dello studio legale Brugger & Partner di Bolzano, che è intervenuto sul ruolo delle zone produttive nella nuova legge urbanistica. Le zone produttive e il piano di attuazione resteranno in vigore anche in futuro, ma si potrà costruire solamente all’interno dell’area insediabile. Un’altra novità è l’introduzione di zone miste destinate alla residenza e alle attività economiche. All’esterno di tali aree si potranno costruire solamente edifici per l’agricoltura, zone turistiche ed esercizi per la somministrazione di alimenti e bevande in zone sciistiche.
“La legge provinciale Territorio e paesaggio rappresenta una profonda riforma urbanistica. Tuttavia, bisognerà prevedere anche in futuro opportunità di sviluppo per l’economia. Oltre all’obiettivo di contenere il consumo del suolo, occorreranno delle prospettive per la crescita delle imprese. Solo così si potrà assicurare anche in futuro il benessere in Alto Adige”, sottolinea il Presidente della Camera di commercio Michl Ebner.
La serie di manifestazioni del Laboratorio 2019 viene realizzata in collaborazione con la Piattaforma per il rurale, un’alleanza altoatesina che si è posta l’obiettivo di rafforzare con varie iniziative il territorio rurale rendendolo più vivo e attrattivo. Inoltre, si impegna a favore di un uso intelligente del suolo.
I prossimi due incontri si svolgeranno il 9 luglio presso il BASIS Centro innovazione e incubazione di Silandro e il 10 luglio presso la Aster S.r.l. di San Genesio, sempre con inizio alle ore 18.

Foto, da sinistra a destra: Alfred Aberer, Segretario generale della Camera di commercio di Bolzano, Ulrich Höllrigl, Direttore della Piattaforma per il rurale; Johann Augschöll, Direttore di Wolf Fenster S.p.A.; Jakob Baldur Brugger, studio legale associato Brugger & Partner; Michl Ebner, Presidente della Camera di commercio di Bolzano e Georg Lun, Direttore dell’IRE – Istituto di ricerca economica.  

 

 

 

Commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *