Cultura & Società Ultime Notizie

A Rovereto terzo appuntamento di Cinemart con «IL RAGAZZO PIÚ FELICE DEL MONDO»

1 Febbraio 2019

author:

A Rovereto terzo appuntamento di Cinemart con «IL RAGAZZO PIÚ FELICE DEL MONDO»

Terzo appuntamento con la rassegna Cinemart, il ciclo curato dal Nuovo Cineforum Rovereto in collaborazione con il Centro Servizi Culturali Santa Chiara. Martedì 5 febbraio 2019 all’Auditorium “Melotti” di Rovereto (alle ore 21.00) verrà proiettato «IL RAGAZZO PIÚ FELICE DEL MONDO», di Gianni Pacinotti (in arte Gipi), uno dei film più sorprendenti (e divertenti) degli ultimi anni. Sarà preceduto da «Solo», cortometraggio di Andrea Montanari, autore della sigla di Cinemart.
Questa è una storia vera. C’è una persona che da più di vent’anni manda lettere scritte a mano a tutti gli autori di fumetti italiani spacciandosi per un ragazzino di 15 anni. Nelle lettere, piene di complimenti, chiede sempre “uno schizzetto” in regalo. C’è un fumettista italiano, Gipi, che inizia a indagare su questa persona. Chi è veramente? Perché si nasconde dietro la falsa identità di un adolescente? Gipi vuole girare un documentario, trovare questa persona, intervistare gli altri autori che hanno ricevuto la lettera. E siccome le cose non vanno mai come vorremmo, durante la lavorazione tutto si trasforma, sfugge, scappa di mano. Una storia esilarante e incredibile, che insegue la fiction e trova un delizioso racconto sulla civiltà delle immagini e del web.
«Il ragazzo più felice del mondo» è un film del 2018, diretto da Gianni Pacinotti, che ne è anche interprete, affiancato da Davide Barbafiera, Gero Arnone e Francesco Daniele.
Il film sarà preceduto da «Solo», cortometraggio del 2018 Andrea Montanari, della durata di 2 minuti e trenta, sulla musica di Gianni Lenoci. “…l’autore può scrivere varie pagine di musica e lasciare che sia l’esecutore a decidere quali interpretare, oppure lasciare pagine bianche nelle quali sarà l’esecutore a improvvisare eventi sonori dovuti alla pura casualità del momento”. Viaggio disegnato nella musica di Sylvano Bussotti.

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *