Interviste Politica Ultime Notizie

Alto Adige/Elezioni, “Più apertura culturale, nella società, nella scuola, nei servizi“

13 Ottobre 2018

Alto Adige/Elezioni, “Più apertura culturale, nella società, nella scuola, nei servizi“

Francesca Schir del Team Köllensperger prospetta un futuro più dinamico, più aperto alle esigenze della società reale.
Francesca Schir, presidente del Consiglio comunale di Merano è candidata in testa di lista del Team Köllensperger alle imminenti elezioni provinciali. Non è nuova alla politica, anzi nelle sue parole si sente tutto l’apporto di una esperienza autentica. Nel 2015 è entrata in Consiglio comunale per il Movimento 5 stelle e con votazione unanime – fatto più unico che raro – le è stata affidata la carica di Presidente del Consiglio. Era approdata alla politica nel 1995 con la Lista Chistè e a fine mandato, per un breve periodo, nel 2000 era subentrata in Consiglio. Nuova esperienza poi nel 2010, quando, nella lista del Partito Democratico, si candidò nuovamente per il Consiglio comunale della città del Passirio. “Fu un’esperienza fallimentare – ricorda oggi Francesca Schir – perché non venivano mai rispettate le proposte della base, e le decisioni venivano sempre prese a livello centrale. Il nostro gruppo meranese, propose un’alleanza con i Verdi, ma a Bolzano non ne vollero sapere e ci giunse l’ordine di unirci alla Svp”. Intanto arrivarono le elezioni provinciali del 2013, quando Francesca Schir era candidata accanto a Paul Köllensperger nella lista del M5S. Fu allora che Paul entrò in Consiglio provinciale.
Quali ragioni, chiediamo a Francesca Schir, determinarono la nascita del Team Köllensperger, nel quale anche lei oggi milita e si candida alle elezioni del 21 ottobre? Francesca ricorda i contatti avuti da Köllensperger con Beppe Grillo per fare in modo che i cittadini di lingua tedesca, che di fatto erano esclusi dal M5S, potessero anch’essi essere parte del Movimento. “L’idea era di individuare un accordo con le civiche in modo da consentire l’apertura a tutta la realtà locale. L’accordo non fu trovato – ricorda la Schir – e pertanto nacque il nuovo progetto del Team. Siamo veramente e realmente aperti a tutti. Il Team Köllensperger raccoglie competenze importanti ma è anche rappresentativo del tessuto sociale autentico del territorio. Siamo un movimento di raccolta realmente accogliente – sottolinea con Forza la Presidente –candidata.
Riguardo agli obiettivi politici, Schir insiste sulla necessità di realizzare in Alto Adige una scuola plurilingue, ovviamente come opzione, cioè da scegliere nel caso la si ritenga più adeguata ai tempi. L’autonomia scolastica è altresì da potenziare così da rendere la scuola più rispondente alle esigenze territoriali. Un suggerimento importante del Team Köllensperger riguarda l’introduzione di correttivi fiscali, riguardo ai quali ci sono effettivi margini di azione, così da introdurre a livello provinciale un salario minimo che prescinda dai diktat nazionali.
Francesca Schir affronta poi il grosso problema della sanità. La chiusura degli ospedali periferici non può essere una soluzione, anzi questa genera confusione. Sona da istituire invece centri medici diffusi sul territorio che scaricherebbero sensibilmente la pressione sugli ospedali. Inoltre devono essere individuati opportuni correttivi per consentire l’accesso con riserva a personale medico e infermieristico, di cui si lamenta la carenza. L’incarico dovrebbe prevedere entro un determinato periodo di tempo la frequenza di corsi linguisti per l’acquisizione della necessaria competenza linguistica.
Grande attenzione anche allo sviluppo degli ambiti culturali come l’arte e lo sport, trasversali per loro natura , senza ovviamente intaccare le singole peculiarità.

In foto: Francesca Schir.  

 

 

 

Giornalista pubblicista, scrittore.
Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *