Economia Politica

Merano. Mobilità, urgentissima la circonvallazione Nord-ovest bloccata da un ricorso pendente in tribunale

17 Giugno 2018

author:

Merano. Mobilità, urgentissima la circonvallazione Nord-ovest bloccata da un ricorso pendente in tribunale

In occasione della sua ultima riunione, il Direttivo mandamentale dell’Unione commercio turismo servizi Alto Adige ha preso in esame la tematica della mobilità nel Burgraviato.
La costruzione del tunnel sotto il Monte Benedetto avrebbe dovuto cominciare effettivamente lo scorso autunno. Fino ad oggi il ricorso presentato da un gruppo di offerenti non ammesso al bando ha però bloccato il progetto che, da allora, è fermo in attesa della sentenza del tribunale competente. “È incomprensibile che il tribunale abbia bisogno di così tanto tempo per formulare una decisione”, sottolinea il presidente mandamentale dell’Unione Johann Unterthurner. Questo ritardo non va a danno solo della popolazione di Merano, ma anche dei cittadini e dei turisti dei Comuni limitrofi.
“Non ci resta che sperare che l’amministrazione faccia maggiore pressione sulla Provincia e che si arrivi così a sveltire l’intero procedimento”, auspica presidente della Comunità comprensoriale del Burgraviato Alois Peter Krölll. Il Comune di Merano avrebbe anche promesso di velocizzare il flusso del traffico proveniente dalla Val Passiria, per esempio con lo spostamento della fermata dell’autobus presso il Bar “Olympia” e con il transito a senso unico alternato al semaforo presso il Bar “Palma”
Il fiduciario comunale dell’Unione di S. Leonardo Lothar Delucca ha poi fatto presente che finché il tunnel di Monte Benedetto non sarà entrato in funzione, gli accessi alla città devono essere resi più fluidi perché le attuali code chilometriche non possono più essere sostenute né da parte dei cittadini che dei turisti.
Interessate dal posticipo dell’apertura del cantiere del tunnel sono anche la costruzione del nuovo garage in caverna e il già progettato collegamento funiviario tra Merano, Tirolo e Scena. “Sebbene all’ora di punta siano ben 14 gli autobus che, ogni ora, fanno avanti e indietro tra Scena e Merano, bisogna comunque mettere in conto lunghe attese per arrivare a destinazione”, spiega Kröll.
Per gli interessi economici del Burgraviato in ballo e per  bene dei cittadini di Merano e del circondario è urgente – questo in sintesi il risultato dell’incontro – è urgente una rapida soluzione che permetta di avanzare con il completamento delle opere previste.

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *