Italia Politica Ultime Notizie

Roma. Legge elettorale, lodo Brunetta incostituzionale

20 Settembre 2017

author:

Roma. Legge elettorale, lodo Brunetta incostituzionale

Daniel Alfreider SVP, no ai collegi maggioritari, le minoranze linguistiche vanno tutelate.
La norma transitoria alla legge elettorale che avrebbe fatto slittare di un anno le norme sui collegi del Trentino Alto Adige, detto anche “Lodo Brunetta”, è incostituzionale. Lo ha comunicato Andrea Mazziotti, il presidente della Commissione Affari costituzionali riferendo la decisione della presidente della Camera Laura Boldrini. Lo scorso 8 giugno un emendamento a firma di Fraccaro-Biancofiore, approvato a scrutinio segreto, aveva abrogato i Collegi uninominali del Mattarellum in Trentino Alto Adige. Era emersa l’idea di una norma transitoria che facesse slittare l’entrata in vigore delle norme sulla Regione Trentino Alto Adige poiché non si può cambiare una norma votata.
“L’idea di una norma transitoria che facesse slittare l’entrata in vigore delle norme sul Trentino Alto Adige per noi non era politicamente accettabile. Ora sulla legge elettorale è importante che vi sia un accordo ampio su tutte le parti rilevanti del testo, e tra queste ci deve essere anche la tutela delle minoranze linguistiche”. Questa la dichiarazione di Daniel Alfreider, capogruppo della Volkspartei alla Camera, aggiungendo anche che per la Svp “non è soddisfacente” l’ipotesi che anche per il Trentino Alto Adige valga la percentuale di collegi maggioritari, cioè il 36%, rispetto alla parte proporzionale, come prevederebbe la bozza di testo a cui il Pd lavora per il resto d’Italia.
Alfreider poi, invita a “non dare alla Svp la responsabilità delle difficoltà sulla legge elettorale che invece è di quanti a giugno in Aula non hanno rispettato le indicazioni dei rispettivi gruppi. C’è chi ha presentato emendamenti non concordati e chi li ha votati contro le indicazioni dei gruppi. Noi abbiamo rispettato tutti gli impegni. Ora non ci si fida più l’uno dell’altro”. Ora si riparte dal “Rosatellum bis” con 231 collegi uninominali maggioritari – tra cui anche il Trentino Alto Adige – gli altri con il proporzionale. Questa la nuova proposta che  presenterà il relatore Emanuele Fiano.

In foto, Daniel Alfreider, capogruppo della Südtiroler Volkspartei alla Camera

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com