Cultura & Società Ultime Notizie

Best Italian Wine Awards, il “Terlaner 1991 Rarity” è medaglia d’argento

19 Settembre 2017

author:

Best Italian Wine Awards, il “Terlaner 1991 Rarity” è medaglia d’argento

I produttori di vino altoatesini si distinguono nella lega dei grandi produttori. Lo dimostra il sensazionale secondo posto del “Terlaner 1991 Rarity” di Cantina Terlano nella classifica dei 50 migliori vini d’Italia, i “Best Italian Wine Awards 2017”. Tra i primi 50 classificati anche Cantina Tramin e la Tenuta Pacherhof. La classifica, stabilita da una giuria internazionale di esperti, è stata annunciata ieri in occasione della premiazione a Milano. 

E’ indiscusso: i vini bianchi stanno avanzando nettamente in Italia. Secondo una valutazione della giuria, la qualità migliora di anno in anno, come si evince dalla classifica, un terzo della quale, infatti, è occupato da varietà bianche. I produttori dell’Alto Adige sono il principale motore del miglioramento della qualità dei vini bianchi. Tra i 50 migliori vini italiani, sono stati classificati ben tre vini altoatesini, tra cui il miglior vino bianco della cantina Terlano, il “Terlaner 1991 Rarity”. Dopo un quarto di secolo di maturazione sui lieviti, la cuvée di Pinot Bianco, Sauvignon e Chardonnay è stata imbottigliata nel 2016. Il vino esprime l’enorme forza evolutiva e la longevità del terroir di Terlano. Nella classifica generale è stato superato solo da una cuvée rossa toscana: l’”Oreno 2015″ della Tenuta Sette Ponti è stato votato il miglior vino d’Italia. Gli altri due vini altoatesini presenti nella classifica dei 50 migliori vini ai “Best Italian Wine Awards”, sono il Gewürztraminer Epokale Spätlese 2009 di Cantina Termeno (8° posto) e la Private Cuvée Andreas Huber 2015 della tenuta Pacherhof di Novacella, nei pressi di Bressanone (44° posto).

I migliori vini italiani sono stati selezionati da una giuria internazionale di esperti sotto la direzione del critico Luca Gardini. Nella giuria figurano Kenichi Ohashi (unico Master of Wine del Giappone), Amaya Cervera (fondatrice di “spanishwinelover. com”), Tim Atkin (wine writer britannico tra i più premiati al mondo) e Christy Canterbury (critica enologica statunitense e Master of Wine). In una sessione di degustazione alla cieca hanno scelto i migliori vini italiani tra i 350 etichette. I “Best Italian Wine Awards” sono stati inaugurati nel 2012.

In foto (da sinistra): il critico Luca Gardini, Katharina Huber (Tenuta Pacherhof), Eva Ploner (Comunicazione Cantina Terlano) e Leo Tiefenthaler (Cantina Tramin). 

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com