Cultura & Società Ultime Notizie

Economia del Renon, il motto è: “L’unione fa la forza”

4 Agosto 2017

author:

Economia del Renon, il motto è: “L’unione fa la forza”

Varietà imprenditoriale e compattezza: sono questi, oltre allo straordinario contesto naturale, i segreti della forza dell’imprenditoria del Renon. Non a caso l’edizione 2017 della Fiera campionaria del Renon (RMS) ha scelto il motto “Gemeinsam stark – L’unione fa la forza”: dall’11 al 15 agosto 70 aziende dell’altopiano metteranno in mostra i loro prodotti presso la scuola media di Collalbo. I contenuti della Campionaria sono stati illustrati ufficialmente venerdì mattina nel corso di una conferenza stampa tenutasi nel giardino del Parkhotel Holzner di Soprabolzano.

Il comitato organizzatore presieduto da Lorenz Kröss, che da oltre un anno sta curando i preparativi della Campionaria 2017, è composto da 19 aziende del Renon. Tanti loro titolari o rappresentanti, come ad esempio il sindaco Paul Lintner e il direttore di STA Joachim Dejaco, non hanno voluto mancare alla presentazione della fiera. Gli imprenditori del Renon sono stati i primi in Alto Adige a presentare in maniera congiunta, e sotto forma di mostra campionaria, i propri prodotti e il territorio che li ospita: la prima edizione della RMS risale infatti al lontano 1986. Adesso è alle porte l’edizione numero 7 che, a sentire gli organizzatori, sarà ricca di contenuti e di sorprese.

La Campionaria del Renon sarà inaugurata venerdì 11 agosto alle ore 18 per poi rimanere aperta fino alla giornata di Ferragosto, tutti i giorni dalle 10 alle 20. Nella scuola media di Collalbo i protagonisti saranno ovviamente le 70 aziende dell’altipiano, ognuna delle quali avrà a disposizione un ampio stand. Il presidente Kröss ha tenuto a ricordare il ricco programma di iniziative collaterali a base di “Frühschoppen”, concerti e specialità gastronomiche tipiche del Renon preparate, nei limiti delle possibilità, con materie prime del territorio.

La Fiera campionaria del Renon riproduce a grandezza reale la varietà dell’economia locale: “Abbiamo deciso volontariamente di non limitarci all’artigianato ma di dare spazio anche agli altri comparti economici come l’agricoltura, il commercio, il turismo e l’industria”, ha aggiunto Kröss. Anche perché proprio la coesione tra le aziende locali, come dimostra l’esposizione congiunta, è uno dei fattori di successo dell’economia del Renon: “Non a caso – ha detto Kröss – abbiamo scelto “L’unione fa la forza” come nostro motto”. Anche il sindaco Paul Lintner si è compiaciuto per l’iniziativa: “Le aziende si stimolano reciprocamente e questo è molto importante per l’economia del Renon”, ha detto il primo cittadino. Un altro fattore vincente per l’altipiano è l’ottimo collegamento con Bolzano, grazie anche allo storico trenino del Renon: “Quest’anno celebriamo i 110 anni di vita della nostra ferrovia e ci fa piacere constatare che sia la funivia che le carrozze tra Soprabolzano e Collalbo sono molto utilizzate non solo da residenti e pendolari ma anche dai turisti”, ha riferito Joachim Dejaco, direttore di STA (Strutture Trasporto Alto Adige spa).

Il comitato organizzatore ha dato fondo alla fantasia anche nella promozione del territorio. Cinque imprese diversissime l’una dall’altra raccontano la propria storia, la propria visione e il rispettivo modello vincente: Luis Oberrauch della Finstral, Moritz Lintner di Bozen Import, Stefan Rottensteiner, agricoltore e allevatore di bovini Wagyu, Franz, Walter e Patrick Gampenrieder della falegnameria Gampenrieder e Wolfgang Holzner del Parkhotel Holzner. Le loro storie sono diventate dei brevi filmati realizzati dal film maker Markus Frings, che sul Renon ha trovato una seconda patria. Queste cinque realtà imprenditoriali, assieme a tante altre aziende del Renon, sono finite anche in una rivista edita appositamente per la Campionaria e realizzata dalla grafica del Renon Sylvia Hohenegger.

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com