sindacale Ultime Notizie

Bolzano. Insegnanti precari, impossibile l’assunzione se non ci sono le classi

23 Agosto 2017

author:

Bolzano. Insegnanti precari, impossibile l’assunzione se non ci sono le classi

“Non possono essere assunti prof. dei quali non c’è bisogno”, risponde l’assessore alla scuola italiana Christian Tommasini al consigliere Urzì che sostiene la protesta.

Cinquanta insegnanti di filosofia e arte – afferma l’assessore Tommasini – non possono essere assunti se gli organici sono al completo. Se la classe è già coperta dall’insegnante di ruolo, come è possibile assumerne un secondo? In sintesi questo il succo della risposta dell’assessore che dichiara di comprendere il malessere dei precari ma che la situazione è tale che non è risolvibile.
Da due giorni precari della scuola italiana dell’Alto Adige sono in agitazione. La situazione è complicata dal fatto che questi precari sono impossibilitati a trasferirsi in altre regioni per essere immessi in ruolo. Si dichiarano «prigionieri» della Provincia e per questo protestano incatenato in Piazza Magnago. “Non abbiamo il diritto di essere stabilizzati spostandoci in altre regioni. Dobbiamo restare qui, ma da precari. È una condizione assurda, inaccettabile. Aggravata dalla costituzione di una nuova graduatoria con docenti dotati di abilitazioni diverse da cui rischiamo di essere scavalcati. È una guerra tra poveri”, queste le parole di Enrico Palazzi, il loro portavoce.
“Capisco il malessere delle persone e sono loro vicino, tuttavia non possiamo assumere 50 insegnanti di filosofia e arte – chiarisce l’assessore Tommasini – se in quelle classi di concorso gli organici sono completi. Non possiamo mettere due insegnanti per ogni classe. Chi ci chiede di stabilizzare i prof. che protestano – aggiunge Tommasini riferendosi ad Alessandro Urzì che sostiene la protesta – è lo stesso che ci accuserebbe di sprecare danaro se assumessimo insegnanti di cui non abbiamo bisogno”

Foto, Christian Tommasini

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *