Accoglienza Ultime Notizie

Bolzano. Migranti in arrivo, si incontrano Sindaco e Direttore della Ripartizione Politiche sociali della Provincia per fare il punto.

16 Luglio 2017

author:

Bolzano. Migranti in arrivo, si incontrano Sindaco e Direttore della Ripartizione Politiche sociali della Provincia per fare il punto.

Giornata di sbarchi ieri in Italia con oltre 7mila nuovi arrivi. Di questi lo 0,9 per cento, pari a 70 persone arriveranno in Alto Adige. la Provincia si sta preparando per distribuire questi nuovi arrivi sul territorio provinciale. Per fare il punto della situazione si sono incontrati ieri il direttore della ripartizione provinciale Famiglia e Politiche sociali Luca Critelli e il sindaco di Bolzano Renzo Caramaschi. “
Entro cinque giorni arriveranno i migranti che ci spettano – comunica Critelli. Nel capoluogo si sono liberati diversi posti perché sono state attivate le strutture di Laives e Silandro. I giovani adulti saranno sistemati nelle strutture di prima accoglienza all’ex Lemayr e all’ex Alimarket, invece i gruppi familiari andranno in via Galilei, a Casa Einaudi.
L’ Alto Adige con questi nuovi arrivi raggiungerà la quota di migranti imposta dallo Stato. “Siamo a quota 1.740 – aggiunge Critelli – benché il governo potrebbe anche aggiornare le quote per ogni singola regione o provincia autonoma.
La provincia di Bolzano può contare allo stato attuale su una trentina di strutture, i Centri di accoglienza straordinaria, o Cas, che devono essere sorvegliati 24 ore su 24 e della cui gestione non si occupano i Comuni, “Anche nel resto del Paese – sottolinea Critelli – la situazione è analoga. L’80 per cento dei richiedenti asilo è accolta nei Cas, mentre il resto 20 per cento è sistemata con il sistema Sprar, il Sistema di protezione per richiedenti asilo e rifugiati.” In Alto Adige sono circa 60 (sul totale di 116 Comuni) i Comuni che hanno aderito allo Spar, ma solo all’inizio del 2018 inizieranno ad ospitare i migranti.

Foto, il sindaco di bolzano renzo Caramaschi

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *