Cultura & Società Ultime Notizie

Incontro dell’elisoccorso di tre Paesi in Alto Adige – Regioni di confine come partner

11 Maggio 2017

author:

Incontro dell’elisoccorso di tre Paesi in Alto Adige – Regioni di confine come partner

Collaborazione transfrontaliera: un progetto di successo

Da molti anni i responsabili dell’elisoccorso di Graubünden, Vorarlberg, Nord Tirol e Alto Adige si ritrovano in un incontro annuale di due giorni fra i tre Paesi. L’obiettivo di tale incontro è quello di rafforzare la collaborazione tra le regioni di confine e migliorare l’efficienza nella coordinazione degli interventi di soccorso a livello transfrontaliero. In primo piano vi è soprattutto lo scambio di conoscenze ed esperienze personali tra coordinatori, equipaggio, medici e servizi di soccorso.

Oggigiorno in tutti i settori è necessario allargare gli orizzonti e considerare ciò che succede al di fuori delle proprie aree di competenza e questo riguarda anche l’elisoccorso. Ed anche quest’anno lo scambio di esperienze reciproco è stato uno dei punti che hanno caratterizzato l’ordine del giorno dell’incontro dell’elisoccorso dei tre Paesi avvenuto pochi giorni fa a Bolzano. Al convegno hanno partecipato la Guardia aerea svizzera di soccorso REGA, i responsabili dell’Elisoccorso Vorarlberg e Nord Tirol, i rappresentanti dell’Aiut Alpin Dolomites e l’associazione HELI – Elisoccorso Alto Adige, che ha ospitato l’incontro. Al centro delle discussioni anche gli interventi di soccorso che negli scorsi anni hanno coinvolto e richiesto la collaborazione fra i tre Paesi: “In Alto Adige, soprattutto in Val Venosta, la collaborazione con l’elisoccorso delle regioni confinanti è ormai diventata estremamente veloce ed efficiente”, spiega Ivo Bonamico, Direttore dell’Elisoccorso Alto Adige. “Grazie alle due basi REGA situate in prossimità del confine, a Graubünden, e all’ottima collaborazione, anche la parte ovest della nostra provincia è coperta da un servizio tempestivo e professionale.”, aggiunge Bonamico. Allo stesso modo anche l’Elisoccorso Alto Adige negli anni scorsi è stato di grande sostegno per le regioni limitrofe garantendo la propria presenza in caso di emergenza e prendendo parte a 85 interventi di soccorso oltre confine.

L’incontro dei tre Paesi offre però anche un’importante occasione per affrontare argomenti quali le novità in campo tecnico, lo svolgimento degli interventi ed i pericoli che questi comportano. Quest’anno un’interessante ordine del giorno è stato il sistema EasyCatcher, utilizzato più volte dalla Guardia aerea svizzera REGA. Si tratta di un sistema di localizzazione di dispersi, di cui negli anni scorsi ci si è serviti anche in Alto Adige in caso di valanghe. “Anche il tema delle radiocomunicazioni transfrontaliere è sempre molto attuale”, spiega il coordinatore dell’HELI Oskar Zorzi, riferendosi anche ad ulteriori collegamenti nella comunicazione, tra cui l’allarme tempestivo attraverso la centrale provinciale di soccorso, in particolare attraverso il centro di controllo, e le forze di soccorso. “Questi incontri sono altresì importanti affinché le persone che operano sul campo si conoscano personalmente al di fuori dei casi di emergenza e conoscano le diverse realtà delle altre organizzazioni”, aggiunge Zorzi.

In foto: i rappresentanti delle associazioni di elisoccorso Graubünden, Vorarlberg, Nord Tirol e Alto Adige nella base di Bolzano: L’obiettivo dell’incontro dei tre Paesi è di rafforzare la collaborazione e promuovere lo scambio di conoscenze ed esperienze tra le regioni di confine.

 

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *