Politica Ultime Notizie

Concorrenza, Berger prosegue nell’azione di riforma

3 Maggio 2017

author:

Concorrenza, Berger prosegue nell’azione di riforma

“Abbiamo votato la questione di fiducia posta dal governo sul ddl concorrenza. Sarebbe stato auspicabile un ulteriore esame del provvedimento in commissione, al fine di una più efficace e attuale revisione del testo. Tuttavia è importante che il Senato abbia approvato il disegno di legge, sulla base anche dell’impegno del governo ad un nuovo provvedimento che introduca ulteriori misure di riforma”. E’ quanto ha affermato il senatore Hans Berger, intervenendo in dichiarazione di voto oggi al Senato, a nome del gruppo per le Autonomie-Psi-Maie.

“Come Autonomie –ha sostenuto Berger – fra i punti  più rilevanti ritengo vi siano le e norme per l’energia e a quelle sul booking, che sciolgono un nodo dirimente in ordine al rapporto tra grandi e piccoli soggetti del settore delle assicurazioni e dell’offerta alberghiera. Norme che vanno a tutela della piccola e media imprenditoria. Tra le proposte del nostro Gruppo, in  ambito energetico, la tutela delle aziende medio-piccole, nonché degli utenti. L’unbundling funzionale, che detta delle regole molto stringenti e burocratiche alle aziende di produzione di energia elettrica, ora entra in vigore solamente per aziende con più di 25.000 utenti.  Occorre con urgenza anche  una proroga dell’entrata in vigore dall’1/7/2017 al 31 dicembre”

“Tema che rimane aperto o che sarebbe stato possibile affrontare meglio -ha aggiunto Berger- è quello dei piccoli impianti fotovoltaici. Più che  controllare e sanzionare i  piccolissimi impianti sulla qualità, la certificazione e la provenienza dei materiali, riteniamo debbano essere individuati interventi risolutivi in ordine ai 300.000 impianti sotto i 3 kilowatt, con la liquidazione di un forfait ridotto risultante dal calcolo dell’incentivo potenzialmente previsto per il periodo di incentivazione. Verrebbe meno un sistema in realtà inefficace di controlli, pagamenti e sanzionamenti e ciò rappresenterebbe un modello esemplare di sburocratizzazione”

“Tra le altre questioni da noi poste – ha concluso Berger- vi è quella dell’obbligo di bilinguismo per i notai della Provincia autonoma di Bolzano e della armonizzazione della normativa nazionale a quella provinciale. La Commissione aveva rimandato alla discussione in Assemblea per trovare una soluzione idonea prima che venisse posta la questione di fiducia da parte del Governo. Occorre garantire alla minoranza di lingua tedesca il diritto ad atti pubblici nella propria lingua, proprio come previsto dal nostro Statuto d’autonomia. Altrimenti la Provincia di Bolzano sarà chiamata a impugnare la norma. Abbiamo sollecitato il Governo a trovare quanto prima una soluzione”

“In fine abbiamo posto  la necessità per le farmacie rurali, che svolgono un servizio di periferia indispensabile, di un aggiornamento delle qualifiche, delle classifiche e degli importi della fatturazione, che non sono mai stati adeguati dagli indici ISTAT sin dal 1996. Il Governo ha assunto l’impegno di provvedere nella prossima legge di stabilità”. I senatori del Gruppo delle Autonomie PSI-MAIE si sono espressi favorevolmente nel voto di fiducia. “Il Governo, nell’annuncio di ulteriori passi per la competitività delle piccole e piccolissime imprese e della salvaguardia della periferia ha avuto la nostra fiducia e vigileremo sull’attuazione delle promesse fatte ” sottolineano i Senatori Zeller, Berger e Palermo.

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *