Scuola Ultime Notizie

Bolzano. Minnei difende il metodo Clil per l’apprendimento del tedesco

26 Maggio 2017

author:

Bolzano. Minnei difende il metodo Clil per l’apprendimento del tedesco

Risultati deludenti, ma il metodo Clil è buono, errore metterlo in discussione.

Come è noto – afferma la sovrintendente scolastica Nicoletta Minnei – l’apprendimento linguistico trova nel Clil un approccio didattico-educativo che prevede l’insegnamento di una disciplina come storia, geografia, matematica, diritto o economia, ad esempio, attraverso una lingua diversa da quella che l’alunno usa nella comunicazione quotidiana. La lingua diventa quindi il mezzo, lo strumento “per trasmettere” contenuti. In alto Adige solo da poco ci si confronta realmente sul tema della metodologia Clil, citata peraltro nei documenti europei già a partire dagli anni ’90, e anche la scuola per l’infanzia partecipa a questo processo di trasformazione proponendo attività in tedesco, cui si è aggiunta da quest’anno anche la lingua inglese.”

 Nella scuola dell’Alto Adige, secondo la Sovrintendente, questa nuova metodologia ha prodotto anche nelle scuole superiore importanti esperienze. “Gli insegnanti hanno accolto questa innovazione metodologica – prosegue Minnei – programmando le proprie attività secondo la metodologia Clil ottenendo risultati positivi.” Ciò sarebbe provato, secondo Minnei,  dal conseguimento delle certificazioni linguistiche di livello B2 e C1 che nell’anno scolastico 2015- 2016 sono state conseguite da oltre il 40 per cento degli studenti delle scuole in lingua italiana entro il quarto anno delle superiori.

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *