Politica Ultime Notizie

Bolzano. Alla Giornata dei Comuni botta risposta tra Sindaci e Provincia

6 Maggio 2017

author:

Bolzano. Alla Giornata dei Comuni botta risposta tra Sindaci e Provincia

Per i profughi ci rimproverano di fare poco, ma occorrono i soldi, dicono i Comuni.

“Se vogliamo che la collaborazione tra i Comuni continui ad essere efficiente che i cittadini siano soddisfatti dei servizi resi dai comuni, che il personale dei Comuni sia all’altezza dei tempi in cui i cittadini vogliono standard di servizi erogati in tempi sempre più rapidi grazie anche alla velocizzazione delle Rete dobbiamo provvedere a colmare ampi spazi di miglioramento.” Così Andreas Schatzer, il presidente del Consorzio dei Comuni ieri alla assemblea dei Comuni tenutasi a Scena, presenti il governatore Arno Kompatscher, parlamentari nazionali ed europei, il presidente del consiglio provinciale Roberto Bizzo, la viceprefetto Francesca De Carlini e gran parte dei sindaci dei 116 Comuni della provincia, tra i quali il sindaco del capoluogo Renzo Caramaschi.

Schatzer ha voluto così porre il tema caldo della fusione dei servizi tra i Comuni il cui risvolto positivo sarebbe quello del contenimento delle spese. “Ma la fusione dei Comuni non sarebbe una soluzione adeguata – ha precisato – perché la nostra gente vuole identificarsi con il proprio municipio e con il proprio sindaco e così deve continuare ad essere. Quindi dobbiamo sfruttare energie, fornire servizi di qualità, senza perdere la nostra identità”. Altro tema caldo quello dei profughi. Ci viene rimproverato di fare troppo poco – ha detto Schatzer, – ma la gestione di queste persone è anche un fatto economico, per il quale la Provincia dovrebbe riconoscerci un bonus finanziario.”

Arno Kompatscher ha replicato ricordando che in materia di investimenti e finanziamenti la situazione è fortemente migliorata e che “grazie alla nuova legge finanziaria ora sono stati resi più certi e più stabili.”

Chiamiamoli richiedenti asilo quali essi sono – ha detto Kompatscher sul tema profughi – e facciamo il nostro dovere accogliendoli in tutti i Comuni . Se così faremo saremo in grado di risolvere diversi problemi. Consideriamo che noi abbiamo 1.500 persone mentre il Tirolo, con un territorio più piccolo del nostro ne ha ben 8.000.

Foto, Andreas Schatzer, presidente del Consorzio dei Comuni dell’Alto Adige

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *