Ultime Notizie

Bolzano. Accoglienza profughi si attivano le strutture periferiche, ma altri sono in arrivo nel capoluogo

9 Maggio 2017

author:

Bolzano. Accoglienza profughi si attivano le strutture periferiche, ma altri sono in arrivo nel capoluogo

Penalizzazioni ai Comuni sui fondi di finanza locale per quei Comuni che rifiutano l’accoglienza dei migranti.

Ad Ora è attivo il Centro profughi per 40 persone. Le persone già sono giunte in paese e il sindaco Roland Pichler spiega ai concittadini che si tratta di persone che vivono in Italia da anni e da qualche tempo in Alto Adige. “Questo fatto è positivo perché conoscendo le nostre zone l’ambientazione dovrebbe risultare più facile”- spiega il sindaco. Ammette tuttavia che erano sorte in paese delle perplessità quando si era saputo che sarebbe stato aperto in paese un Centro per l’accoglienza e che erano state organizzate alcune serate informative per “incontrare i cittadini così da rispondere ai loro dubbi e perplessità.”

Anche Lana si prepara ad ospitare 40 profughi che dovrebbero arrivare antro metà giugno. In tutto sono 150 i richiedenti asilo che entro breve alleggeriranno il capoluogo. Intanto il  Sindaco Renzo Caramaschi monitorizza la situazione ben sapendo che i numeri sono soggetti a continue variazioni. “Centocinquanta richiedenti asilo secondo l’aggiornamento del viceprefetto vicario Francesca De Carlini – riferisce il Sindaco a margine della conferenza stampa di giunta – dovrebbero essere trasferiti dal capoluogo alla periferia grazie alla apertura delle strutture di Ora, Laives, Lana e Silandro. In seguito agli ultimi sbarchi – osserva però– dovremo prepararci ad ulteriori arrivi. Comunque deve proseguire l’opera di riequilibrio tra capoluogo e periferia visto che fino ad oggi è stata Bolzano ad assumersi la quota maggiore”.

Intanto Caramaschi ha accolto con sollievo l’introduzione di una nuova norma preannunciata dal governatore Kompatscher che dovrebbe prevedere penalizzazioni sui fondi a livello di finanza locale per quei Comuni che rifiutano di ospitare la propria quota di migranti. “La novità – ha detto Caramaschi – potrebbe essere introdotta già dal prossimo 2018. Per discutere di queste questioni ho dato la mia disponibilità per la  vicepresidenza del Consorzio dei Comuni.” Venerdì prossimo dovrebbe essere presa la decisione sula nomina in questione.

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *