Cronaca Ultime Notizie

AVIS Donatore di sangue: Nuovo Direttivo – Diego Massardi nuovo presidente

26 Maggio 2017

author:

AVIS Donatore di sangue: Nuovo Direttivo – Diego Massardi nuovo presidente

L’associazione volontari italiani del sangue (AVIS) dell’Alto Adige ha eletto il nuovo presidente, Diego Massardi. Vicepresidente vicaria è Renate Prader, Laura Pizzetti la rappresentante nell’AVIS a livello nazionale. Il direttivo resta in carica per quattro anni – ed è già entrato nel pieno delle sue funzioni.

L’elezione del nuovo presidente è avvenuta all’unanimità; Diego Massardi fa tesoro della sua esperienza alla guida dell’associazione nella veste di vicepresidente, sotto la presidenza di Erich Hanni. La continuità è una virtù centrale, affinché l’AVIS possa farsi carico del proprio ruolo di grande responsabilità.

All’AVIS dell’Alto Adige spetta infatti il compito di coordinare il Centro trasfusionale dell’ospedale di Bolzano dove arriva il sangue di tutta la provincia. La medicina moderna si basa anche in Alto Adige sulla disponibilità di una banca del sangue, alimentata grazie alle molteplici donazioni volontarie. L’AVIS ha raggiungo già da tempo un importante obiettivo: mobilitare così tanti donatori e donatrici in modo tale che l’Alto Adige possa contare su un’autonoma riserva di sangue.

20mila donatori volontari danno il proprio prezioso contributo per la vita degli altri. La maggior parte dona regolarmente, e alcuni di loro conoscono l’impegno come ‘vigili di fuoco’ per la banca provinciale del sangue: se un gruppo sanguigno risulta scarseggiare, oppure ne aumenta la richiesta a causa di circostanze imprevedibili, l’ufficio dell’AVIS contatta ad hoc i singoli donatori, con la preghiera di andare subito a donare.
La maggior parte dei donatori riceve per tempo tale comunicazione, così che possa essere fissato un appuntamento.

“Nonostante questa precisa pianificazione e la grande disponibilità dei nostri volontari – spiega il neo-presidente Diego Massardi – resta il fatto che ogni anno ben 2mila donatori e donatrici lasciano per ragioni di età”. Solo sino al 65esimo anno di età è possibile donare il sangue. Perciò resta un obiettivo per il prossimo futuro quello di attirare giovani donatori.

“Il mio predecessore ha dato vita ai primi gruppi giovani dell’AVIS: con il direttivo mi impegnerò affinché oltre a Bolzano e a Merano anche in ogni comunale vi sia un gruppo giovani.”

Per tale ragione, l’AVIS intende intensificare i contatti con le scuole. Spiega Massardi: “Vogliamo far capire ai 15-16enni quale enorme servizio possono offrire alla società dal momento che compiono 18 anni”. A singoli eventi, feste e in apposite iniziative è possibile oggi raggiungere nuovi (e soprattutto giovani) interessati, che rappresentino i potenziali donatori di domani.

Inoltre, Massardi e il nuovo direttivo hanno in agenda alcuni aggiustamenti, per modernizzare la rigida organizzazione con nuove modalità. “Il coordinamento dei donatori di sangue funziona già molto bene” sostiene il presidente Massardi, “ma non possiamo accomodarci”. In quest’ottica resta centrale la vicinanza ai donatori delle sedi distaccate dislocate nei comuni AVIS, ma quest’ultime devono essere messe maggiormente in rete tra loro. “Per questo intendiamo armonizzare le procedure interne e standardizzarle a livello provinciale” sottolinea il neo-presidente: “Se a Merano un nostro collaboratore è in ferie, la telefonata dev’essere inoltrata alla sede AVIS più vicina”.
Tale impegno per l’ottimizzazione è il primo passo del direttivo provinciale nella direzione di una ancor più proficua collaborazione con le sede comunali.

Il neoeletto presidente Massardi intende consolidare l’organizzazione, perché possa aprire nuovi sguardi verso il mondo: “Vogliamo intensificare il più possibile i nostri rapporti con le associazioni omologhe all’estero” spiega Massardi. La Croce Rossa in Baviera e Tirolo del Nord sono già partner dell’AVIS, “possiamo imparare moltissimo l’uno dall’altro”.

Non da ultimo, l’AVIS desidera promuovere anche in futuro una più stretta collaborazione con le “4A”: AIDO, ADMO e Adisco sono partner che si impegnano rispettivamente nella donazione degli organi, del midollo osseo e del cordone ombelicale. “Fermo restando che il sangue si può donare regolarmente, abbiamo l’obiettivo comune di richiamare le persone alla solidarietà e al volontariato. Assieme siamo più forti.”

Sulla persona del presidente: Diego Massardi è rappresentante procuratore come libero professionista ed è stato sensibilizzato dal padre alla donazione del sangue. Ha 45 anni, è sposato e ha un figlio. „A un certo punto, assieme a degli amici, abbiamo deciso di diventare attivi nell’AVIS. Da tempo siamo parte dell’associazione e tutti assieme cerchiamo di dare il meglio“.

Il direttivo dell’AVISVicepresidente Martina Knapp, Segretario Paolo Pasini, Tesoriere, Marco Pizzini, Bernhard Moyses Bologna, Tiziana Casazza, Robert Josef Ebner, Rosanna Fornari, Peter Paul Hofer, Paolo Massardi, Claudia Peer Tocchio, Herbert Raffeiner, Hermann Schönthaler, Carmen Schwienbacher, Michael Unteregger, Gottfried Unterweger e Aurora Zorzi.   

In foto: Diego Massardi    

 

 

 

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *