Politica Ultime Notizie

Bolzano e Trento. 25 Aprile, cerimonie per ricordare e ribadire valori di democrazia e solidarietà.

25 Aprile 2017

author:

Bolzano e Trento. 25 Aprile, cerimonie per ricordare e ribadire valori di democrazia e solidarietà.

Vanno difesi ogni giorno i valori della democrazia, afferma Kompatscher.

A Bolzano il 25 aprile è stato ricordato con i due tradizionali cortei, guidati dal sindaco Renzo Caramaschi e dal vice sindaco Christoph Baur. Erano presenti i massi rappresentanti politici e militari, come anche l’Anpi. “L’entusiasmo per la libertà, conquistata in questo giorno, instauri nei giovani la fiducia e i valori di una società più solidale e meno egoista”, ha detto il sindaco di Bolzano Renzo Caramaschi.

I due diversi cortei dopo aver toccato i numerosi luoghi della memoria presenti in città si sono  ricongiunti i in Piazza Adriano e insieme hanno poi raggiunto  il  muro di cinta dell’ex Lager di via Resia. La cerimonia si è poi conclusa in Piazza Matteotti con una “Amatriciana”di solidarietà a favore della popolazione colpita dai recenti eventi sismici in Centro Italia.

Una nota del governatore altoatesino Arno Kompatscher ha ricordato che “in tempi di migrazione, terrorismo e incertezza alza la voce di chi chiede un uomo forte. Il 25 aprile ci ricorda invece che questo porta inevitabilmente verso la catastrofe. I valori della democrazia e della solidarietà tra i popoli vanno difesi ogni giorno“.

A Trento, dopo una Santa Messa officiata nella Chiesa dell’Annunziata alla presenza delle Autorità locali e del Vice Comandante delle Truppe Alpine per il Territorio, è stato un Picchetto del 2° Reggimento Genio Guastatori con le rappresentanze delle Associazioni Combattentistiche e d’Arma, a dare solennità al ricordo di chi ha donato la propria vita per gli ideali di Patria, Libertà e Pace. La deposizione di una corona presso Palazzo Thun e la successiva cerimonia dell’Alzabandiera al Monumento ai Caduti di Piazza della Portela hanno dato inizio ad un corteo terminato in Piazza Pasi.

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *