Cronaca Ultime Notizie

Bolzano. Migranti fuori quota, continuano gli sgomberi. Protesta “Bolzano Accoglie”.

23 Aprile 2017

author:

Bolzano. Migranti fuori quota, continuano gli sgomberi. Protesta “Bolzano Accoglie”.

Ricordiamo che queste persone hanno pieno diritto, secondo le norme nazionali e comunitarie ad una accoglienza “, dichiarano i volontari.

Continuano gli sgomberi della Polizia nei giacigli improvvisati che molte delle persone rimaste senza tetto dopo la chiusura dell’emergenza freddo si sono ricavati nello spazio tra via Alto Adige – Piazza Verdi e in piazza Magnago.

Con il 31 marzo è scaduta l’Emergenza freddo che ha comportato la chiusura dell’ala ex Alimarket e il Palaresia adibiti a siti di accoglienza per rifugiati senza fissa dimora, richiedenti protezione internazionale senza che nel frattempo le autorità competenti avessero provveduto a soluzioni adeguate. Sono i volontari della Rete “Bolzano accoglie” che, impotenti a fornire aiuti a queste persone “fuori quota”, stigmatizzano con severità la nuova operazione di sgombero da parte delle Forze dell’ordine. “Apprendiamo com l’intervento sia partito per volontà di alcuni solerti funzionari provinciali. Trovatisi di colpo di fronte al risultato delle loro scelte in fatto di persone richiedenti protezione internazionale, rifugiate e senza dimora, gran parte delle quali sono infatti costrette a dormire all’addiaccio nella città più ricca d’Italia. Hanno appena avuto il tempo di raccogliere i propri oggetti e gli operatori della cooperativa hanno loro sequestrato le coperte che Medici senza frontiere ci aveva no chiesto di distribuire, insieme ai kit igienico-sanitari. Ricordiamo che queste persone hanno pieno diritto secondo le norme nazionali e comunitarie, ad una accoglienza in strutture adeguate, accompagnate da personale qualificato. Tutto ciò resta ancora di là da venire. “. Bolzano rimane ostaggio delle decisioni dei suoi amministratori – conclude “Bolzano accoglie” – attirando così gli strali pensi della società civile.

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *