Cultura & Società Ultime Notizie

„Apriamo il nostro cuore a Cristo“

12 Aprile 2017

author:

„Apriamo il nostro cuore a Cristo“

Nella giornata odierna il vescovo Ivo Muser insieme a don Robert Anhof, incaricato per l’assistenza religiosa ai carcerati, ha celebrato una Liturgia della Parola con i detenuti del carcere di Bolzano, con il personale, i numerosi volontari e i sostenitori.    

Partendo dal Vangelo del giorno che racconta di come Giuda abbia tradito Gesù per 30 monete d’argento, il vescovo Ivo Muser si è posto la domanda: “Che cosa faremmo, se sapessimo che c’è qualcuno pronto a tradirci? Di sicuro non lo inviteremmo a cena con noi, ma ci faremmo prendere dalla rabbia e dal desiderio di vendetta.” Gesù invece non esclude Giuda, ma lo invita a tavola. Perché Gesù ama Giuda, quell’uomo che sa che di lì a poco lo tradirà. Il vescovo ha ricordato poi che Giuda non era stato il solo a tradire Gesù, infatti anche Pietro, il primo Papa, tradirà Gesù.

“Gesù ama ciascuno di noi. Sa che siamo tutti peccatori. Il Signore ci ama comunque”, ha affermato mons. Muser.

Giuda tradisce Gesù per trenta monete d’argento; Gesù ci dona il suo perdono e la vita eterna gratis. “C’è un solo prezzo: aprire il cuore. Spalanchiamo i nostri cuori a Cristo e accogliamo il suo invito a vivere la misericordia che Lui ci dona, anche in questa struttura”, ha affermato il presule.

Con una citazione del beato Josef Mayr-Nusser, che è stato proclamato beato un mese fa, il vescovo ha terminato la sua riflessione: “Dare testimonianza alla Luce. Dare testimonianza oggi è la nostra unica arma, la più potente. Un’arma abbastanza strana. Non spada, non violenza, non denaro, non grandi capacità intellettuali, nulla di tutto questo ci è necessario per costruire il regno di Cristo sulla terra. Il Signore ha preteso da noi qualcosa di molto modesto, eppure di molto importante: essere testimoni.”

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *